lunedì 21 maggio 2012

Melanzane ripiene alla Teresa

Questa influenza mi ha messo ko per un pò, ma eccomi a postare una ricetta che amo.
Questo piatto arriva da lontano, è una ricetta della mia nonna materna che ha origini calabre e sapeva come 'conzare' (sistemare) le melanzane e non solo.. Ho avuto la fortuna di gustare ogni estate la tipica cucina mediterranea e il privilegio di assistere alle varie preparazioni, riuscendo a rubare con gli occhi i segreti di quelle prelibatezze.
Questa ricetta è collaudata, ma non c'è una dose di ingredienti scritti. 
Cercherò di essere chiara, per permettervi di preparare un piatto che merita.
Essenziale qui, come sempre, trovare delle ottime materie prime da cui partire: melanzane piccole e sode, pomodori dolci e maturi e tanto basilico fresco, senza dimenticare la provola dolce che deve essere morbida e sapere di latte.
Le melanzane risulteranno croccanti sopra, morbide dentro, profumi e sapori invaderanno la cucina e il palato e.. seppure questo piatto può essere gustato anche tiepido, vi assicuro che non resisterete e lo consumerete appena sfornato.
Questo post è dedicato a mia nonna Teresa, che nonostante tutti gli acciacchi riesce a strapparci qualche sorriso!


Melanzane ripiene alla Teresa



Ingredienti
per 2 persone

3 MELANZANE VIOLA PICCOLE
2 POMODORI (maturi)
1/2 CIPOLLA ROSSA 
1 MAZZO DI BASILICO (freschissimo)
40 GR DI PANE RAFFERMO
4 CUCCHIAI DI PARMIGIANO REGGIANO (grattugiato)
4 CUCCHIAI DI PECORINO (grattugiato)
90 GR DI PROVOLA DOLCE (non troppo stagionata)
6 CUCCHIAI DI PANGRATTATO (più un pò)
OLIO D'OLIVA
SALE

Occorrente
1 TEGLIA TONDA 22 CM
1 RECIPIENTE
1 PENTOLA
1 PADELLA
GRATTUGIA
CARTA DA FORNO

Per iniziare lavate e asciugate, le melanzane, i pomodori e il basilico.
Mettete a bollire una pentola capiente con dell'acqua per scottare le melanzane.
Pulite e sminuzzate mezza cipolla rossa.
Mettete il pane raffermo in acqua.
Riducete la provola in piccoli dadini.

Prendete le melanzane, tagliate la parte del picciolo e dividetele a metà.
Ora con l'aiuto di un coltello piccolo, togliete la polpa, facendo attenzione a non incidere la buccia.Otterrete delle barchette di melanzane.


Appena l'acqua nella pentola bolle, salate appena e scottate le melanzane (private della polpa) per 3 minuti circa, poi rovesciatele su un canovaccio pulito.



Mettete dell'olio d'oliva in una padella (almeno 6 cucchiai) con la cipolla a pezzetti e fate rosolare appena, aggiungete la polpa delle melanzane ridotta in pezzi grossolani, salate leggermente e coprite con un coperchio, lasciate andare a fuoco basso per 10 minuti, mescolate ogni tanto.
Intanto tagliate a dadini i pomodori e a pezzetti, gran arte del basilico rovesciate tutto nella padella con le melanzane, mescolate e aggiustate di sale.
Coprite e fate cuocere almeno 15 minuti, mescolando ogni tanto, alla fine della cottura togliete il coperchio e alzate leggermente il fuoco per fare asciugare il composto, poi spegnete.
Accendete il forno statico a 200°gradi.
Strizzate molto bene il pane e sbriciolatelo con le mani dentro un recipiente dove aggiungerete: il composto appena ottenuto di pomodori e melanzane, 6 cucchiai di pangrattato, 3 cucchiai di Parmigiano, 3 cucchiai di pecorino, la provola a dadini e il resto del basilico sminuzzato.
Mescolate bene tutti gli ingredienti, otterrete un composto morbido e un pò colloso.
Predente la carta da forno bagnatela sotto un getto d'acqua strizzatela e rivestite la teglia.
Riempite le melanzane con il composto ottenuto e spolverate con i due cucchiai di formaggi restanti, aggiungete sopra del pangrattato e un filo d'olio d'oliva, sistemate le melanzane nella teglia.


Infornate a 200°gradi per 45 minuti circa.
Sfornate e servite.

Melanzane ripiene alla Teresa


Consigli
Se non trovate della buona Provola, potete sostituirla con dell'Emmental.
Se non disponete del pecorino, potete utilizzare solo il Parmigiano Reggiano.
La carta da forno bagnata, in cottura rilascerà un pò di umidità che gioverà alle melanzane, è un'accorgimento in più e se non avete la carta forno, potete ungere la teglia con un di olio d'oliva.






7 commenti:

  1. anch'io ho dei parenti di origini calabre e posso confermare la loro maestria nel preparare ottimi piatti con le melanzane, le mie preferite sono le fantastiche polpette!!! complimenti per questa ricetta davvero invitante :)

    RispondiElimina
  2. Grazie ...allora sai bene di cosa parlo nel post!Buona giornata...

    RispondiElimina
  3. Adoro le melanzane. Questa versione ripiena sembra davvero squisita e se la ricetta è della nonna è di sicuro una garanzia :) Piacere di conoscerti, buona serata e a presto

    RispondiElimina
  4. Ricetta da provare e poi come scrivi.. è della nonna e quindi una sicurezza!
    Piacere mio.. a presto.

    RispondiElimina
  5. buone queste melanzane, mi sono unita ai tuoi follower!

    RispondiElimina
  6. Ciao! Grazie... Buona giornata

    RispondiElimina
  7. ciao! sono di origini calabre anch'io ma sono 11 anni che abito al nord!!!bello il tuo blog..mi unisco ai tuoi lettori, se vuoi fallo anche tu se hai piacere.
    passa a trovarmi:

    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina