lunedì 15 aprile 2013

Topping al cioccolato

Tempo di sole, di passeggiate e di gelato.
Tempo di dessert freschi, magari al cucchiaio.. ed io seguo l'istinto di freschezza che il tempo insinua nella mia mente e nel mio stomaco.
Mi sono messa alla ricerca di una ricetta per il topping al cioccolato.
Cos'è il topping?
Il topping è un termine di derivazione anglosassone, oramai entrato nel vocabolario degli chef Italiani soprattutto in pasticceria, non è altro che una decorazione o una guarnizione che si utilizza per rifinire un piatto.
Il topping ha la consistenza di una salsa semiliquida che può avere diverse variazioni di gusto ad esempio: cioccolato, caramello, fragola e così via, può essere anche salata, ma qui il mio riferimento è rivolto al topping dolce.
Si può comperare anche al supermercato ma spesso è piena di coloranti e conservanti, quindi perché non farla a casa?
Ricette tante, dalla più strong con latte e panna, a quella con il burro, a quella con l'acqua, io ho trovato la mia con un compromesso che mi ha stupito per il sapore.
Per il topping al cioccolato non devono mancare: dell'acqua, del cacao amaro, del succo di limone fresco, dello zucchero e dell'estratto di vaniglia, una noce di buon burro, un pentolino ed una frusta manuale per amalgamare il tutto a fuoco lento ed il gioco è fatto!
Avrete un delizioso Topping home made, da utilizzare in molte occasioni e chiuso in un barattolo ermetico, si conserva in frigo per diverse settimane.


Topping al cioccolato



Ingredienti


100 GR DI ACQUA

150 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
50 GR DI CACAO AMARO
1 CUCCHIAINO DI SUCCO DI LIMONE 
1 CUCCHIAIO DI ESTRATTO DI VANIGLIA
35 GR DI BURRO
1 PIZZICO DI SALE FINO (2 GRAMMI)

Occorrente

PENTOLINO
SETACCINO
MISURINO

Per cominciare pesate tutti gli ingredienti e setacciate il cacao.




In un pentolino mettete l'acqua, lo zucchero, il succo del limone, mettete sul fuoco (medio basso) ed iniziate a mescolate qualche minuto. 


Quando l'acqua inizia a scaldarsi (non deve bollire) aggiungete i granelli di sale, l'estratto di vaniglia, girate un po' e versate il cacao a pioggia poco alla volta nel pentolino, aiutatevi col setaccino, mescolate energicamente con la frusta manuale per non formare grumi.
Continuate a mescolare, senza mai fermarvi,  finché la salsa non si addensa.
Per verificare che il topping sia pronto, versate qualche goccia di salsa in un bicchiere pieno di acqua fredda, se forma dei pallini senza sciogliersi, sarà pronto.
Spegnete il fuoco, aggiungere il burro, mescolate fino a farlo sciogliere, il vostro topping al cioccolato è pronto.
Potete far raffreddate un po' e versarlo caldo (non bollente!) sul gelato freddo o una panna cotta o come ho fatto io su un budino di cui più in là vi darò la ricetta.
Oppure mettete il topping in un barattolo per riporlo in frigo.
O potete assaggiarlo al naturale per vedere se.. ne è valsa la pena!

Topping al cioccolato





18 commenti:

  1. Questo post lo stampo e me lo metto nel mio quadernino dei segreti di cucina. E' una figata fantastica e per i topping vado sempre a rifinire sulla solita ganache che invece non si presta per gelati, macedonie e altre robe morbide e golose.
    Dovresti pubblicare le tue foto nel formato extra-large perché sono bellissime e vanno valorizzate. Prova e vedrai. Un grande abbraccio, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty, vedrai ha un gusto intenso e non stucchevole, ottimo per completare un dessert!
      Grazie per il consiglio!
      Un abbraccio grande
      ps
      Poi parli tu di belle foto.. le tue sono fantastiche!

      Elimina
  2. pensa che il topping io lo compero sempre, letto qui sembra semplicissimo, sai che me lo salvo??? Meravigliosa ricetta, ha ragione Patty per le foto. Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lara!
      Ricetta semplice e buon risultato soprattutto senza conservanti!
      Baci

      Elimina
  3. Ecco, questa era meglio non vederlo. Altro che topping, io lo mangerei a cucchiaiate!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti confesso.. ho pulito la pentola ma non esagerare o ti viene il mal di pancia, soprattutto quando è caldo! ;D

      Elimina
  4. Ciao Laura! Mi sono imbattuta per caso nel tuo blog e mi sono iscritta... Proverò sicuramente la tua ricetta!
    Ti aspetto sul mio blog... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila!
      Piacere di conoscerti...
      A presto!

      Elimina
  5. Potrei mangiarlo a cucchiaiate :P

    RispondiElimina
  6. Laura ma che brava hai fatto il topping:) questa me la segno!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  7. ciao Laura, per questo post meriti di essere seguita forever ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Erica!!!
      Piacere e a presto :)

      Elimina
  8. Ciao Laura, mi sembra un ricetta perfetta e spiegata benissimo. il sale poi immancabile. archivio subito. a presto mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, grazie mille .. spiegare bene una ricetta agli altri non è sempre facile!
      Se ci sono riuscita ne sono felice..
      A presto!

      Elimina
  9. Ciao Laura,
    sai dirmi perché a me viene troppo denso? ho provato sia con lo zucchero di canna che con lo zucchero a velo. ma il risultato non cambia :(
    suggerimenti? :|
    grazie
    MammaVale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo faccio sempre seguendo la ricetta che leggi nel post, con lo zucchero semolato e di solito la consistenza è quella giusta.
      Non saprei indicarti il problema esatto, di sicuro cambiare la qualità dello zucchero e seguire le mie dosi non va, perché ogni zucchero assorbe i liquidi in maniera diversa.. forse lasci "cuocere" troppo la salsa sul fuoco?
      Spero d'averti dato una dritta!
      A presto

      Elimina