giovedì 12 aprile 2012

Asparagi

Oggi ho avuto pochissimo tempo... quella che segue non è una ricetta ma alcuni consigli per utilizzare al meglio un ortaggio molto diffuso in questa stagione e già ingrediente principe in alcuni miei piatti.
Parlo degli asparagi.. come vi ho accennato sono ricchi di vitamine A, B, di acido folico, fosforo, quasi privi di calorie e poveri di sale tanto da avere ottime qualità diuretiche e quindi depurative per il nostro organismo.
L'unico svantaggio è che sono un pó costosi, per questo credo sia necessario scegliere i più freschi e farne un buon utilizzo.

Esistono diverse qualità di asparagi, le più diffuse in commercio si distinguono essenzialmente in base al colore: violetti, bianchi o verdi, da non dimenticare gli asparagi selvatici, con fusto molto sottile e dal sapore più amarognolo, rispetto ai primi.

Quando li acquistate é importante testarne la freschezza, dovete porre attenzione a tre cose, devono avere: il fusto sodo e ben dritto, le punte chiuse e ovviamente un colore vivo.

E' importante pulirli al meglio, munitevi di un pela patate e di un coltello. Passate gli asparagi sotto acqua corrente, con un coltello eliminate la parte finale del fusto, per intenderci quella bianca, più dura(se avete comperato la qualità di asparagi bianchi eliminate quella più legnosa, circa 1 centimetro e mezzo).

Poggiate gli asparagi su un tagliere e con il pelapatate raschiate dal gambo la parte fibrosa, evitando ovviamente di toccare le punte.



Asparagi


Come cucinarli... ci sono molti modi, lessarli è fondamentale in molte preparazioni quindi vi illustro questo metodo.

Una volta puliti, legate insieme gli asparagi con un filo da cucina, tutte le punte verso l'alto, poneteli in una pendola alta e molto stretta in modo che restino in piedi, quando l'acqua bolle salate leggermente, immergeteli lasciando fuori le punte, cuoceteli  circa 8 minuti dipende dalla grandezza dell'asparago e dall'uso che poi ne farete, quindi se subirà un'altra cottura cuoceteli meno (per esempio se dovete passarli in padella con del burro, cuocerli meno).
Per praticità o in mancanza della pentola adatta, potete immergerli in una pentola larga con acqua bollente, basteranno 5 minuti o le punte si sfalderanno.
Quando preparo il risotto di asparagi, utilizzo l'acqua nella quale ho bollito gli asparagi per bagnare il riso in cottura al posto del brodo vegetale, è un'ottima alternativa.




4 commenti:

  1. le tue istruzioni sono utilissime! io adoro gli asparagi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li amo anche io.. grazie mille a te!

      Elimina
  2. p.s.: ti consiglierei di togliere la verifica parole per la pubblicazione dei commenti, così è più facile scriverti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse hai ragione.. ma serve da antispam!

      Elimina