mercoledì 27 giugno 2012

Conserva di Pomodori

Il momento migliore per gustare un buon pomodoro è proprio l'estate, soprattutto tra luglio e agosto, quando il sole regala a questo ortaggio una consistenza magnifica.
Il pomodoro non è una pianta originaria del nostro paese ma è stata importata dalle Americhe ed è stata introdotta in modo eccellente nella cucina italiana.
I pomodori sono ben inseriti nella famosa dieta mediterranea e i modi per gustarli sono infiniti: sul pane accompagnato da un buon olio extravergine d'oliva, sugli spaghetti con del basilico fresco, con il pesce in guazzetto, cito solo alcuni esempi, altrimenti ci sarebbe da riempire pagine intere.
Seguendo la sana idea di consumare prodotti di stagione, questo è il periodo ideale per fare conserve di pomodoro: pelati, passate, tagliati a dadini, a filetti, secondo il vostro gusto potete realizzare ottime conserve.
Vi posso garantire che aprire un barattolo di pomodori e sentire tutto il profumo dell'estate anche in pieno inverno.. è un piacere che non dovreste negarvi.
Oggi vi propongo dei vasetti di pelati, interi e a filetti, con basilico fresco.
Le regole da seguire sono poche, ma vanno rispettate per ottenere una buona conserva.
Sterilizzate i vasi, utilizzate sempre tappi nuovi, far bollire la conserva.
Poi se volete fare un packaging carino, con qualche pezzo di stoffa e un nastro avrete dei doni preziosi pronti per tutti coloro che apprezzano la freschezza e la bontà delle cose home made!



Conserva di pomodori 


Ingredienti


1 e 1/2 KG DI POMODORI FRESCHI (ho usato la qualità Piccadilly).

40 FOGLIE DI BASILICO FRESCO
ACQUA

Occorrente

BARATTOLI IN VETRO
TAPPI A VITE 
PENTOLE
STROFINACCI
SETACCIO
COLTELLO
CONTENITORI
PINZA DA CUCINA
SCOLAPASTA

Per iniziare sterilizzate i vasi 

lavate i barattoli in vetro, poi avvolgeteli (aperti e vuoti) in strofinacci puliti per impedire che urtandosi in cottura si rompano e metteteli con i relativi coperchi in una pentola abbastanza capiente, ricopriteli d'acqua e portate ad ebollizione.
Fate bollire 30 minuti (calcolando dal momento dell'ebollizione) e lasciate i vasi dentro l'acqua finché non sarà tiepida, poi con l'aiuto delle pinze da cucina tirateli fuori e metteteli ad asciugare su uno strofinaccio pulito.


Vasetti sterilizzati

Scottate e pelate i pomodori.

Intanto lavate i pomodori e il basilico, mettete dell'acqua a bollire in una pentola per lessare i pomodori.
Incidete con un coltello i pomodori, facendo una x sul lato corto opposto a quello del picciolo (che avrete ovviamente tirato via).
Quando l'acqua bolle versate i pomodori nella pentola per tre minuti circa, in ogni caso non appena vedete che la pelle del pomodoro si apre potete scolarli.
Procedete poi alla spellatura, togliendo la buccia del pomodoro e dividete i pelati in due parti, una parte resterà intera, gli verranno tagliati.
Strizzate leggermente con la mano i pelati interi, su un recipiente, per privarli dell'acqua in eccesso e dei semi.
Tagliate a filetti l'altra parte dei pomodori, privandoli dei semi con il coltello e dell'acqua in eccesso.
Filtrate poi con un colino il succo di pomodori, ne servirà un po' per coprire i pomodori nel vaso.


Pomodori pelati a filetti e interi

Inserite i pomodori nei barattoli.

Prendete i vasetti di vetro, riempiteli con i pomodori e le foglie di basilico, facendo molta pressione con le mani o un cucchiaio, per eliminare l'aria.
Non riempiteli i barattoli fino all'orlo, lasciate un centimetro, battete leggermente il barattolo sul piano per eliminare eventuali bolle d'aria e per finire versate appena un goccio di liquido di pomodoro filtrato in precedenza, a coprire.
Chiudete bene con il tappo i barattoli, stringendo con cura, ora avvolgeteli nei canovacci per non farli urtare in cottura.

Cottura della conserva.

Mettete i barattoli in una pentola, con il coperchio rivolto verso l'alto e copriteli totalmente con acqua (l'acqua deve ricoprire i tappi), mettete la pentola sul fuoco e appena bolle abbassate un po' la fiamma e lasciate bollire per 40 minuti.
Spegnete e lasciate i barattoli in pentola finché l'acqua non sarà fredda.
Estraete i barattoli dall'acqua asciugateli e riponeteli in un luogo buio e fresco.
E' importantissimo che i tappi non risultino gonfi, semmai dovranno avere il tappo leggermente concavo (curvo verso l'interno) e se pigiate con un dito sopra il tappo non dovrete sentire nessun click, in caso contrario non consumateli.

Consigli

Se avete dei barattoli vecchi potete utilizzarli, ovviamente previa sterilizzazione, ma non i tappi, quelli dovrete ricomprarli.
Se il tappo di una conserva è gonfio, sia che l'abbiate fatta voi o comprata, non va consumato ma gettato, perché probabilmente all'interno del vasetto si sono sviluppati microrganismi che hanno emesso gas e sono dannosi per la nostra salute.
Se non avete molti strofinacci/canovacci a disposizione per sterilizzare o bollire la conserva, saranno sufficienti due: potete metterne uno sul fondo della pentola e un'altro piegato ed infilato tra i vari barattoli per impedire che si tocchino tra loro.
Io ho usato i pomodori tipo Piccadilly ma sono ottimi i San Marzano interi e quelli a Cuore di bue a dadini.
Con la dose che è indicata in ricetta, vengono circa 4 barattoli di medi grandezza di conserva.

2 commenti:

  1. Che bello che ho trovato come si fanno i pomodori in barattolo! Grazieeeee!!!!!

    RispondiElimina