Le Mie Alici

Martedì.. pesce azzurro!
Le Alici fanno bene, costano poco, hanno molto sapore e ci sono molte ricette appetitose, provate la mia e mi darete ragione.
Vista l’ora nella quale posto la ricetta… la pescheria come minimo sarà chiusa ma potete comperare tutti gli ingredienti per il prossimo venerdì, tranne il pesce, quello dev'essere freschissimo!


Le mie Alici


Ingredienti
Per 2/3 persone

15 ALICI FRESCHISSIME
2 CIPOLLE ROSSE GRANDI (preferibilmente di Tropea)
2 CUCCHIAI SCARSI DI UVETTA SECCA
2 CUCCHIAI SCARSI DI PINOLI
1 CUCCHIAIO SCARSO DI MIELE
1 CUCCHIAIO DI ACETO BALSAMICO O DI MELE
4 CUCCHIAI DI ACQUA
4 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
2 UOVA
8 CUCCHIAI DI FARINA
8 CUCCHIAI DI PAN GRATTATO
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA O DI ARACHIDI
SALE


Per incominciare lavate sotto acqua corrente le alici e pulitele (molte pescherie lo fanno per voi!) togliendo la testa, la coda e apritele a libretto facendo una leggera pressione sulla pancia.
Mettetele ad asciugare su carta assorbente.
Pelate e tagliate a fettine sottile le cipolle.
Mettete l’uvetta dentro un bicchiere d’acqua almeno 15 minuti e poi strizzatela.
Mescolate in un bicchiere i cucchiai di acqua con il cucchiaio d'aceto

Prendere una padella antiaderente versateci 4 cucchiai di olio extravergine, mettetela sul fuoco (basso) aggiungete le cipolle, salate a piacere e coprite con il coperchio.
Mescolate ogni tanto.
Dopo qualche minuto aggiungete l'acqua con l'aceto, il cucchiaio di miele e lasciate cuocere lentamente per 5 minuti circa, mescolando con un cucchiaio di legno ogni tanto, senza coperchio.
Poi aggiungete i pinoli e l’uvetta, mescolate rimettete il coperchio e fate cuocere ancora 8/10 minuti (le cipolle dovranno essere morbide e il sugo quasi tutto evaporato) e spegnete lasciandole coperte.
Rompete le uova in un piatto fondo, sbattetele con una forchetta qualche minuto, salate leggermente. Mettete la farina e il pangrattato in due piatti piani differenti.
Prendete le alici panatele prima nella farina, poi passatele nelle uova leggermente battute con una forchetta e infine nel pangrattato.
Prendete una padella per friggerle e mettete olio sufficiente per coprirle in cottura, quando l’olio è caldo (prova stecchino) immergetele, girandole per farle dorare da entrambi i lati, ci vorranno pochi minuti.
Una volta fritte, poggiatele su carta assorbente per far assorbire l’olio in eccesso.
Sistemate le alici in un piatto da portata a formare dei petali di margherita, nel centro sistemate le cipolle e servite.

Consiglio

Il coperchio usato, dovrebbe avere uno o più forellini per far uscire un pò di vapore; se non lo avete fate in modo che il vostro coperchio di non combaci perfettamente alla padella ma lasciate qualche millimetro, per far fuoriuscire il vapore.
L’olio per friggere: se non avete l’extravergine d’oliva, io uso spesso quello di arachidi che è il migliore perché regge bene ad alte temperature e dà leggerezza alla frittura.
La prova stecchino per il punto di calore dell’olio ve l’ho già illustrata nei consigli del post delle Polpette di Famiglia!
Se non amate l’aceto, potete aggiungere solo i pinoli, l'uvetta e un cucchiaino di miele alle cipolle, ma vi assicuro che la mescolanza di aceto, acqua e miele dà un sapore agrodolce piacevole.
Potete ovviamente aumentare di un po’ la dose di aceto o di miele se vi piace un gusto più agro nel primo caso o più dolce nel secondo!
Potete mettere l'uvetta ammollo in acqua e marsala secco, in egual quantità, servirà ad aromatizzare di più le cipolle.





Commenti

  1. te lo avevo detto che le avevo preparate qualche giorno fa? ;P
    STREPITOSE...bravissima nella spiegazione e ottima anche l'accoppiata con la fantastica "salsa" di cipolle!

    RispondiElimina
  2. Grazie Annina! Sono Felice che la ricetta sia stata di tuo gusto.. È un piatto non elaborato ma molto goloso! Laura

    RispondiElimina

Posta un commento