Biscotti Greci

Premetto, non sono mai stata in Grecia.
Ho sempre ammirato il mare turchese, le case bianche, i tipici paesaggi mediterranei dalla foto delle riviste per viaggi o nei documentari in tv.
Prima o poi rimedierò, anche perché alcuni posti anche se non li hai mai visitati.. ti ispirano!
Inoltre il Greco (il ristorante intendo!) mi piace e quando il cibo di un luogo ti attrae è un motivo in più per scoprire il paese.
Ad ogni modo...
Sere fa ero a cena da una delle mie zie giramondo ed ho assaggiato dei biscotti di frolla e zucchero a velo deliziosi, erano di una sua amica greca.
Non ne conosceva il nome n'è tantomeno gli ingredienti, ma un morso dopo l'altro ho intuito alcuni degli ingredienti e mi ricordavano vagamente i nostri canestrelli...biscotti della tradizione piemontese con zucchero a velo e farina di mandorle.
Tornata a casa mi sono documentata, su internet poi sui libri e ho provato a rifarli. Davvero buoni!
Si chiamano kourabiedes sono delle frolle cui si aggiungono mandorle tritate finemente e un liquore tipico greco (ouzo ad esempio) o l'essenza di fiori d'arancio (che io non preferisco!) si fanno soprattutto per Natale o per i battesimi.
Ho fatto un mix delle ricette lette e ne ho ricavata una che andasse bene per me.. vediamo se vi piace!
Vi suggerisco di provare questi biscotti.. ottimi nel latte, nel thè e a fine pasto accompagnati da un caffè o da una grappa.


Biscotti Greci



Ingredienti

450 GR DI FARINA 00
50 GR DI AMIDO DI MAIS
250 GR DI BURRO MORBIDO (temperatura ambiente)
300 GR DI ZUCCHERO A VELO (di cui 150 gr andranno nell'impasto)
2 TUORLI DI UOVA MEDIE
150 GR DI MANDORLE (tostate leggermente e frullate)
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 CUCCHIAIO DI GRAPPA 
10 GR DI LIEVITO VANIGLIATO (circa 2 cucchiaini)

Occorrente

RECIPIENTE ALTO
SCODELLA
SBATTITORE
FRULLATORE
MATTERELLO
STAMPINI
PLACCA DA FORNO o TEGLIA RETTANGOLARE
CARTA DA FORNO
PIROFILA RETTANGOLARE 
PADELLA ANTIADERENTE
PALETTA

Per cominciare pesare tutti gli ingredienti e setacciare in una scodella capiente la farina, l'amido, la bustina di vanillina e il lievito, mescolare tutto.
In una padella antiaderente tostate leggermente le mandole (non devono diventare scure ma leggermente dorate) fatele raffreddare e frullate fino a ridurle in farina, non troppo fina.
Accendete il forno a 160°gradi.

In un recipiente alto versate il burro a temperatura ambiente, un cucchiaio di grappa, 150 gr di zucchero a velo, sbattete tutto con il frullatore per 5/10 minuti a velocità media.
Aggiungete all'impasto la farina di mandorle precedentemente ottenuta poco alla volta, continuando a sbattere per far amalgamare bene gli ingredienti.
Versate i tuorli delle uova uno alla volta sempre sbattendo, poi la farina con l'amido di mais, la vanillina e il lievito.
Potete rovesciare l'impasto su un piano e amalgamarlo con le mani, anche se si sbriciolerà facilmente, cercate di ottenere due palle e con l'aiuto di un po' di farina e il matterello stendete l'impasto spesso almeno un centimetro e con gli stampini ricavate dei biscotti che adagerete sulla placca ricoperta da carta da forno.
Infornate a 160°gradi (forno già caldo come sempre!) per 20 minuti, devono dorarsi appena.
Tirateli fuori e poggiateli con l'aiuto di una paletta in una pirofila, finite di cuocere tutti i biscotti e appena saranno tiepidi passateli nello zucchero a velo una volta e una seconda volta quando saranno freddi.
Poi.. saranno pronti per essere gustati!


Biscotti Greci


Consigli
Appena cotti saranno morbidi, fate attenzione a non romperli, quando si raffreddano raggiungeranno la giusta consistenza.
La grappa è una quantità esigua, evapora in cottura e non rende affatto i biscotti alcolici, quindi andranno bene anche per i bambini.
Se non preferite la grappa, potete aggiungere essenza di fiori d'arancio.
Non fateli colorire troppo in cottura o si induriranno troppo, una volta raffreddati.

Nota
Importantissima la scelta del burro di alta qualità, scelgo spesso burro Svizzero, Danese o comunque quando lo trovo, del nord Europa perché è ottimo soprattutto se fatto con  il metodo della centrifugazione, per avere un'idea di cosa parlo potete leggete quì.


Commenti

  1. Ciao Laura! Che meraviglia questi biscotti, delicati, secondo me si sciolgono in bocca, voglio provarli! Sei stata bravissima, come sempre :) Un bacio grande e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina!
      Hai centrato la consistenza.. provali.
      Buona serata a te!

      Elimina
  2. questi mi ispirano proprio :)

    RispondiElimina
  3. complimenti un blog carinissimo ti seguiro' se ti va passa mi farebbe piacere buona giornata

    RispondiElimina
  4. E' vero!
    Le foto rendono bene l'idea della consistenza del biscotto.
    Grazie Stefania!

    RispondiElimina
  5. Ciao, piacere di conoscerti!
    Sarà davvero bello provare a fare questi biscotti con i bambini. Loro si divertono sempre un sacco con le formine. Da mangiare poi saranno deliziosi.
    ti seguiamo con piacere, se ti va, vieni a curiosare da noi!

    RispondiElimina
  6. Piacere mio!
    Certo che verrò a curiosare da voi..
    Buon week end!

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia questi biscotti, se non sbaglio si chiamano "Kourabiedes". Mi piace di più la tua ricetta rispetto a quella che avevo salvato io non ricordo più da dove, è meno burrosa e più mandorlosa. Devo provarli, devono essere deliziosi. Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  8. Non sbagli cara, infatti era nel post ho anche messo il nome originale!
    Provali ..se li metti in una scatola di latta di durano una settimana e più..
    A presto!

    RispondiElimina

Posta un commento