venerdì 14 dicembre 2012

Pasticcini da thè

Ci sono periodi nei quali non si è in buona forma fisica e ne capita una dietro l'altra... 
Mal di testa apocalittici che durano giornate intere e la sera vi sentite come dopo una bronza, storditi e con le orecchie che si ribellano a qualsiasi rumore oppure un "sano" mal di cervicale che vi costringe a fare movimenti degni di Robocop, per evitare capogiri inopportuni che minerebbero il vostro equilibrio.
Oppure un'influenza e poi un mal di denti spuntato non si sa da dove!?
In ogni caso se accade tutto insieme, senza lasciarvi un attimo di break, pausa o un fermo immagine che vi lasci respirare, siete di fronte ad uno dei famosi periodi: no. 
Ognuno di noi ha attraversato o attraversa ogni tanto questi periodi, a qualcuno capita più di frequente ad altri meno, è questione di sfiga o di fortuna, fate un pò voi!
In queste fasi negative, si fatica a fare tutto ma si continua a fare tutto e spesso sentiamo la necessità di semplicare le cose per rendele più leggere fintamente gestibili e questo accade anche a tavola.
Se non siete in forma non avete una gran voglia di mangiare cose elaborate o di stare ore in cucina.
Però si ha voglia di un dolce, si sà che un dolce aiuta l'umore! 
Credo non ci sia nulla di meglio dei biscotti da thè.
La ricetta che vi dò, l'ho presa da uno dei miei libri di cucina "Muffins e Dolcetti" edizioni DIX, ho aggiunto qualcosina soprattutto nella finitura, ma in realtà non ho fatto grandi modifiche.
Nel libro, questi biscotti si chiamano: frollini viennesi, probabilmente perchè arrivano da Vienna!
Sono biscotti delicati, leggeri (anche se c'è molto burro), sono buonissimi!
Potete guarnirli come ho fatto io con dei canditi (di quelli artigianali), con granella di nocciole o con cioccolato fuso come suggerisce la ricetta del libro ma l'impasto base è lo stesso.
Sono ottimi accompagnati da una bevanda calda: un thè, una tisana profumata o anche del latte caldo aromatizzato con zenzero e cannella perfetti in queste giornate fredde.
Un piccola coccola che potete preparare in 20 minuti (cottura inclusa!), basta avere del burro di prima qualità (perché in questa ricetta fa la differenza), uova fresche, una sacâpoche e sarete pronti per realizzare i vostri pasticcini da thè.

Pasticcini da thè






Ingredienti

per 35 biscotti

200 GR DI BURRO AMMORBIDITO

80 GR DI ZUCCHERO A VELO
3 CUCCHIAINI DI ESSENZA DI VANIGLIA
4 TUORLI D'UOVO
250 GR DI FARINA "00"
1 ARANCIA GRANDE NON TRATTATA (questo ingrediente l'ho aggiunto io)

Per la finitura

50 GR DI CANDITI ALL'ARANCIA
50 GR DI CANDITI AL CEDRO
20 GR DI GRANELLA DI NOCCIOLE
80 GR DI CIOCCOLATO GIANDUIA O FONDENTE
2 CUCCHIAI DI ACQUA 
20 GR DI BURRO
30 GR DI ZUCCHERO A VELO

Occorrente

PLACCA o TEGLIA 
SBATTITORE ELETTRICO 
CARTA DA FORNO
SACÂPOCHE
GRATTUGIA
RECIPIENTI
PENTOLINO
PALETTA
SETACCINO


Per cominciare tirate fuori dal frigo le uova e il burro almeno 15 minuti prima di iniziare la ricetta.

Pesate tutti gli ingredienti, setacciate la farina. 
Lavate, asciugate l'arancia e grattugiatene la buccia.
Tagliate a dadini piccoli i canditi.
Accendete il forno a 180°gradi.

In un recipiente mettete il burro ammorbidito a dadini, lo zucchero a velo, l'essenza di vanillina e montate con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere una crema chiara e soffice.

Aggiungete la buccia d' arancia grattugiata, i tuorli d'uovo, continuate a montare qualche minuto poi spegnete lo sbattitore e versate la farina nel composto, mescolate con un cucchiaio o una spatola, fino a completo assorbimento degli ingredienti.
Rivestite una placca con carta da forno, riempite  la sacâpoche con l'impasto, usando il beccuccio scanalato largo almeno 1 cm e distribuitelo direttamente sulla placca, facendo dei cerchi o dando ai biscotti una forma ondulata.

Distribuite al centro dei biscotti rotondi un dadino di candito di arancia o di cedro, solo su una parte di quelli ondulati la granella di nocciola, quelli al cioccolato saranno guarniti dopo la cottura.

Infornate a 180° gradi per 11 - 12 minuti, i biscotti devono appena dorare ma non diventare scuri.
Toglieteli dalla placca con una paletta e lasciateli raffreddare.

Sciogliete il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, con il burro e due cucchiai di acqua, mescolate fino a che la crema di cioccolato diventa liscia e omogenea, fatela raffreddare qualche minuto poi immergete la metà di ogni biscotto a forma ondulata nel cioccolato  e metteteli ad asciugare su carta da forno.

Spolverate con zucchero a velo il resto dei biscotti.
Aspettate che il cioccolato solidifichi e poi servite i vostri pasticcini con una bevanda calda.


Pasticcini da thè


Consigli

Importante la scelta del burro, come già detto altre volte, il burro migliore è quello centrifugato, ottenuto dalla centrifugazione del latte appena munto e questa lavorazione è tipica soprattutto dei paesi nordici, in Italia si predilige il burro di affioramento di minore qualità e sottoposto a diversi trattamenti industriali, leggete qui per avere un'idea sulle varie lavorazioni. Non sempre è specificato sul pacchetto di burro il tipo di lavorazione,quindi informatevi prima dell'acquisto.
Per questi biscotti è importante usare una bocchetta del sacâpoche larga 1 centimetro, perchè se distribuite poco impasto, saranno minori i tempi di cottura (indicati) e finirete per bruciarli.
Il forno deve essere statico non ventilato, in genere se non specificato in ricetta si presuppone sia sempre statico ma repetita iuvant!
Dopo aver spolverizzato i biscotti con lo zucchero a velo, per rendere brillante il candito, altrimenti coperto dallo zucchero, potete utilizzare un piccolo pennellino da cucina, bagnatelo appena con acqua e passatelo sui canditi, un puro accorgimento estetico.
Se non trovate dei buoni canditi, potete sostituire con cioccolato, con granella di nocciole, mandorle o pistacchi.








18 commenti:

  1. Ciao Laura! Mi sa che è da un po' che sono in uno di questi periodi dove non si è in forma... raffreddore, mal d'orecchio, mal di testa... un giorno si e l'altro no, poi ritornano... insomma, che noia! Credo sia la mia sinusite cronica che mi regala tutte queste belle cose ma comunque voglio essere positiva e pensare che passerà presto! ;) Deliziamoci con questi squisiti e bellissimi frollini viennesi, li adoro! La frolla sembra sciogliersi in bocca e sono davvero una droga: uno tira l'altro! :D Ti sono venuti perfetti, complimentoni e un abbraccio, buona serata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vale, quanto ti capisco.. io sono mesi che non ne vengo fuori!
      Ma sì... pensare positivo e resistere!
      La frolla è buona.. ed è una coccola che aiuta!
      Un bacio e buona serata a te!

      Elimina
  2. Sono proprio buoni questi biscottini!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buoni.. una "droga"...
      Baci Mariangela!

      Elimina
  3. Laura ma sono di alta pasticceria meravigliosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona.. grazie Simona!
      Non è così difficile...
      Buon week end!

      Elimina
  4. Questi sembrano quei piccoli capolavori che trovi nelle pasticcerie e prendi così volentieri con un bel tè caldo in queste giornate così fredde.
    Capitano a tutti i periodi no, quelli in cui la testa ti esplode e non ne capisci l'origine.
    Sai qual è la cosa bella? Che poi passa...e tornerai ad avere un bel sorriso :)
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      L'importante è che il periodo no diventi.. presto un periodo sì!
      Buona serata a te

      Elimina
  5. bellissimi sembrano comprati ^_^ ma sicuramente + buoni!!!Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece sono fatti in casa ed in pochissimo tempo! :)
      Buona serata!

      Elimina
  6. Hanno un aspetto perfetto. A occhio e croce dalle foto mi sembra una ricetta migliore di quella che uso io di solito. La condivido subito sul mio profilo g+ così non la perdo di vista e alla prossima infornata la provo.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova.. anche il gusto non delude!
      Un bacio
      Laura

      Elimina
  7. Da tenere sempre pronti in una bella scatola di latta, magari dallo stile un pò vintage, soprattutto per chi come me beve almeno due tè al giorno, a colazione e merenda... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già!
      Ma dureranno poco.. ti garantisco Francesca.
      Buona serata

      Elimina
  8. Provato a farli,ho ricevuto molti complimenti che io giro a lei.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Roberto!!!
      Sono felicissima che siano piaciuti a te e ai tuoi ospiti.
      A presto!

      Elimina