lunedì 1 luglio 2013

Ravioli ricotta e spinaci

Fare la pasta fatta in casa non è complicato, è molto più semplice di quanto crediate!
Dal momento che il caldo torrido ancora non ha investito la penisola, sembra di essere in piena primavera, con un tempo mutevole e lunatico come una donna davanti al suo armadio nel giorno del suo primo appuntamento galante!
Possiamo allora dilettarci in cucina in preparazioni più lunghe e fare un bel piatto di pasta fatta in casa, magari nel week end con più tempo a disposizione.
Basta un po' di energia e un pizzico di volontà, certo se dovete fare la pasta per dieci persone e non avete tutte le macchine da cucina a facilitarvi il lavoro, ma fate tutto a mano come ho fatto io allora diventa un po' impegnativo, ma non impossibile!
Per complicare un po' il compito, ho deciso di fare dei ravioli di magro con ricotta e spinaci, quindi pasta ripiena.
Questi ravioli possono essere conditi con del burro e della salvia oppure con un sugo pomodori pachino e basilico fresco o in mille altri modi a seconda della stagione e della vostra ispirazione.
Di seguito non vi dò ricette per condire i ravioli, ma vi spiego come realizzarli partendo da uova, farina e un pizzico di sale.
I ravioli di cui parlo sono grandi, ne bastano cinque o sei per sfamarvi, ma ne vorrete di più!
La ricetta è nella versione large, quella che mi ha insegnato mia nonna Virginia.. 
Lei sì, che sapeva farla la pasta fatta in casa, un vero asso del matterello aveva un'energia unica che passava anche nella pasta e arrivava a chiunque ne assaggiava un po'.
Ora di energia fisica la nonna ne ha poca ma il suo animo ancora resiste e quando sta bene, pare elargire ancora energia a tutti quelli che la vanno a trovare.
Tornando ai nostri ravioli ricotta e spinaci, sapete quale sarà la cosa migliore dopo averli cotti e conditi ?
Mangiarli, magari in compagnia di qualche commensale che da' soddisfazione a tavola e sapere che li avete fatti voi!


Ravioli ricotta e spinaci




Ingredienti 
per 3 - 4 persone

Per la pasta

200 GR DI FARINA "00" (più un po')
2 UOVA GRANDI
1 PRESA DI SALE FINO

Per il ripieno

200 GR DI RICOTTA FRESCA DI PECORA
150 GR DI SPINACI LESSATI
1 UOVO PICCOLO
3 CUCCHIAI DI PARMIGIANO REGGIANO GRATTUGIATO
NOCE MOSCATA GRATTUGIATA
SALE FINO

Occorrente

MATTERELLO
ROTELLA TAGLIAPASTA
SETACCIO
CARTA PELLICOLA

Per cominciare pulite e lessate gli spinaci in acqua bollente leggermente salata, circa 10 - 12 minuti, poi strizzateli bene, privandoli dell'acqua in eccesso e schiacciateli con i rebbi di una forchetta.

Setacciate la farina e disponetela a fontana su un piano (dove impasterete).


Nel centro della fontana fatta con la farina fate un incavo con le mani e rompete all'interno le 2 uova, aggiungete una presa di sale fino e iniziate ad impastare, amalgamate prima le uova con le mani o con l'aiuto di una forchetta, poi prendete poco alla volta la farina dai bordi.
Impastate il tutto per diversi minuti fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea, datele la forma di una palla, avvolgetela con carta trasparente e mettetela  in frigorifero circa 20 minuti, renderà la pasta più morbida ed elastica.

Trascorso il tempo necessario, mettete la palla di impasto sul piano di lavoro con un po' di farina, stendete la pasta con l'aiuto del matterello fino ad ottenere una sfoglia di pasta sottilissima.
Iniziate imprimendo un po' di forza sul matterello che schiaccerà la palla di pasta e la ridurrà in un disco molto spesso, ruotate la pasta in senso (orario o antiorario) e continuate ad allargarla con il matterello, aggiungete un po' di farina per evitare che si attacchi.
Per stendere la pasta sempre più sottile, arrotolatene un lembo intorno al matterello (ricordate sempre di spolverare di farina) e mentre la arrotolate con entrambe le mani imprimente forza sulla parte centrale del matterello,  partendo dal centro verso l'esterno e viceversa, poi srotolate la pasta, ruotatela e ripetete l'operazione fino ad ottenere una sfoglia di pasta molto sottile 4 - 5 millimetri.




A questo punto preparate il ripieno, in un recipiente mettete: la ricotta, gli spinaci lessati, una po' di noce moscata grattugiata, una buona presa di sale fino (1/2 cucchiaino almeno) il parmigiano reggiano e l'uovo, schiacciate tutto insieme con una forchetta e amalgamate uniformemente gli ingredienti. 
Partendo dal lembo inferiore della sfoglia di pasta depositate con l'aiuto di un cucchiaino il ripieno per i ravioli, lasciate però almeno 8 centimetri dal bordo della sfoglia e almeno 4 centimentri tra un ripieno e quello successivo.
Poi coprite con il lembo di pasta la parte dove avete messo il ripieno, con le mani schiacciate per fare aderire bene le due sfoglie di pasta una sull'altra, soprattutto intorno al ripieno.




Ora con il tagliapasta realizzate i vostri ravioli quadrati o rettangolari e poi sigillate i lembi di ogni singolo raviolo schiacciando con i rebbi della forchetta.







Mettete i ravioli in un recipiente precedentemente spolverato con abbondante farina e depositateli in un luogo fresco e asciutto fino al momento di cuocerli.
Vanno cotti in acqua bollente salata, per almeno 5 minuti, poi conditi come preferite!





12 commenti:

  1. Laura, sei bravissima! Sono perfetti e molto, molto invitanti! Ti abbraccio forte, complimenti e buona serata :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale!
      Un abbraccio a te e buona giornata!

      Elimina
  2. In effetti è vero, fare la pastqa in casanon è così difficile, certo è difficile ottenere risultati eccellenti come i tuoi!!!! Complimenti sei bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariangela!!!
      Troppo buona...
      Un bacio

      Elimina
  3. quasi quasi mi hai convinta e ci provo... la prima domenica di pigro che mi arriva. Spero mi vengano dei ravioli belli come i tuoi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Lara, provaci, vedrai che soddisfazione mangiarli poi!
      A presto..

      Elimina
  4. Una delle mie paste preferite da sempre. Che tu ci creda o noi, se vado in un ristorante che ha in carta dei ravioli ripieni di qualsiasi genere, finisco per scegliere quelli. Ma devono essere fatti a mano. Solo così sono accettabili.
    Sono in programma presto a casa Andante, con una ricetta una po' diversa ma "c'è voglia di pasta fresca" in cucina!
    Foto bellissime. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty!
      Un complimento graditissimo, fatto da una delle gourmet della rete.
      Un bacio

      Elimina
  5. a tavola un risultato garantito io che non ho destrezza uso la nonna papera per stendere la pasta per esempio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io che non ho la nonna papera, cerco di usare la destrezza.. il risultato è buono in tutte e due i casi!
      A presto..

      Elimina
  6. ciao, sono fantastici e non solo questi ravioli, per dimostrarti il piacere che ho nel guardare il tuo blog ho pensato di farti un piccolo regalino estivo, ti lascio il link del mio blog se vuoi passa a ritirarlo http://cioccolatoamaro-paola.blogspot.it/2013/07/mousse-light-con-pesche-caramellate-e.html?utm_source=bp_recent&utm-medium=gadget&utm_campaign=bp_recent

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola grazie davvero, per la mensione del mio blog tra i tuoi preferiti...
      A presto!

      Elimina