venerdì 16 gennaio 2015

TARTE TATIN

Il tempo passa veloce, corre con in mano una staffetta che cerchi di afferrare, ma l'impresa pare impossibile!
Il tempo è sempre in anticipo di qualche secondo su di te e va.. e tu dietro, a volte trafelata, altre a passo spedito, altre ancora avanzi lenta quasi a dire: fermati un attimo!
Ma lui, il tempo.. non aspetta.
Qualcuno dice che uno dovrebbe godersi il viaggio non solo la meta, ma a me pare che godere del tempo mentre si marcia è molto complicato, troppe cose a distoglierci dalla nostra vita.
Tanta confusione, tante parole, tante situazioni inutili che ci impediscono di assaporare il tempo del silenzio e della contemplazione.
Non che si debba diventare monaci Buddisti, non che ci sia nulla di male a diventarlo, sia chiaro!
Parlo di fermarsi un attimo, senza temere di aver perso qualcosa.
Avete mai provato a togliere l'audio alla tv?
E' una cosa che faccio spesso, un esempio sciocco eppure molti programmi sveleranno tutta la loro idiozia, molte scene tutta la loro crudezza e tristezza, molte immagini vi appariranno magnifiche, altri insignificanti, ma vi assicuro che farete molta più attenzione a quello che guarderete, fermerete lo sguardo, l'attenzione
Un attimo di attenzione in più per osservare, per parlare, lasciare qualche minuto in più il pensiero in testa prima di regalarlo al mondo con una parola o un gesto, molte cose forse.. dico forse, andrebbero meglio.
Oh mamma mia, che riflessione lunga!!
E tutta questa riflessione dove mi porta?
A questo week end, nel quale spero di trovare del tempo per me, rilassarmi chiudendo fuori il rumore e magari iniziare la giornata con una colazione sublime, una fetta di torta tutta francese: la Tarte Tatin.
Tutti conoscono questa torta, fatta da un guscio friabile di pasta brisée, mele, una spolverata di cannella e del caramello morbido a completare, un inizio di giornata ottimo!
Per chi ancora non lo sapesse, la Tarte Tatin fu creata per errore dalle sorelle Tatin intorno la fine del 1800.
Le sorelle Tatin, gestivano un ristorante, un giorno una delle due dimenticò di mettere la pasta brisée sotto le mele che caramellarono con il burro e lo zucchero, per rimediare posero la pasta sopra le mele, completarono la cottura della torta e alla fine capovolsero tutto, creando uno dei dolci più famosi e apprezzati della Francia e non solo!
La mia versione è liberamente ispirata al sito francese Milleur du Chef, la ricetta della brisée è la stessa mentre ho modificato, per questione di gusto, la quantità di mele e il caramello nelle dosi.
La Tarte Tatin va consumata calda o tiepida, magari accompagnata da panna acida o da gelato alla vaniglia, ma vi assicuro  che anche semplice è ottima come dessert o per iniziare una giornata.


TARTE TATIN




Ingredienti
per 6/8 persone

Pasta Brisée
250 GR DI FARINA "00"
125 GR DI BURRO (Lurpak per me)
1 TUORLO D'UOVO
4/5 CUCCHIAI DI ACQUA FREDDA
1 PIZZICO DI SALE FINO
1 BACCA DI VANIGLIA BOURBON (o una bustina di vanillina)

Copertura
4/5 MELE (preferibilmente Renette)
1 LIMONE
80 GR DI BURRO
100 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
1/2 CUCCHIAINO DI CANNELLA IN POLVERE

Occorrente
STAMPO 24 cm (che possa essere usato sui fornelli e nel forno)
SETACCIO
CARTA PELLICOLA
RECIPIENTI
MATTERELLO

Per cominciare preparate e pesate gli ingredienti, setacciate la farina in un recipiente cui aggiungerete un pizzico di sale e i semi della bacca di vaniglia (incidendola con un coltello nel senso della lunghezza e raschiando via i semi).

Brisée
Alla farina unite il burro freddo a dadini, iniziate a lavorare con la punta delle dita (come si fa per la frolla) e dopo qualche minuto aggiungete il tuorlo d'uovo e piano piano i cucchiai di acqua, sempre continuando ad impastare, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Fate una palla  con la pasta ottenuta, ricoprite di carta pellicola e mettete in frigorifero per 30 minuti.
Accendete il forno (statico) a 190°gradi.

Copertura
Mondate le mele, eliminate il torsolo e dividete in 8 spicchi, strofinate le mele sbucciate con il limone, mettetele in un recipiente e spolverate con la cannella.
Ponete il burro a dadini nello stampo per torta, mettete su fuoco basso e appena inizia a sciogliersi, aggiungete lo zucchero semolato a pioggia distribuendolo su tutta la base dello stampo, lasciate sciogliere, ogni tanto roteate la pentola invece di usare palette.
Appena lo zucchero inizia ad imbrunire, allontanate lo stampo dalla fiamma, aggiungete gli spicchi di mela partendo dal bordo a formare dei cerchi concentrici, posizionandole come delle mezze lune una accanto all'altra, cercate di riempire tutti gli spazi e rimettete lo stampo sul fuoco medio per 10 minuti, senza girare o muovere la pentola.

Stendete la pasta brisée con un matterello, leggermente più ampia della circonferenza dello stampo, bucherellatela con una forchetta, facendo un piccolo foro anche nella parte centrale per far fuoriuscire il vapore in cottura.
Spegnete il fuoco, ponete la sfoglia di brisée sulle mele, rimboccate i bordi verso l'interno e infornate a 190°gradi per 25 minuti, poi abbassate la temperatura a 170° mettete ventilato per circa 8-10 minuti, non appena si colora, spegnete.
Tirate fuori la torta e capovolgetela su un piatto (meglio se di coccio o ceramica) facendo attenzione a non scottarvi, il caramello colerà fuori capovolgendola.
Et voilà.. ecco pronta la vostra Tarte Tatin!

TARTE TATIN


Nota
E' importante capovolgere la torta appena sfornata o il caramello raffreddandosi vi impedirà l'operazione.
Fondamentale la scelta del burro di ottima qualità, possibilmente burro prodotto con sistema di centrifugazione.






2 commenti:

  1. Bellissima la tua tarte tatin!!Brava, e adesso rilassati e riposati.....buona domenica!

    RispondiElimina