domenica 3 febbraio 2013

Chocolate chip cookies

I chocolate chip cookies, sono una tipica ricetta americana nata intorno al 1930 in una locanda del Massachusets, la Tool House di proprietà dei coniugi Wakefield.
Questi biscotti con scaglie di cioccolato, sono frutto della scoperta fortuita della signora Ruth Graves Wakefield che un giorno, mentre preparava i suoi biscotti al cioccolato in mancanza del cioccolato amaro da forno che utilizzava solitamente, decise di aggiungere all'impasto scaglie di cioccolato semi dolce.
Le scaglie non si sciolsero in cottura, ma rimasero ben visibili sui biscotti che riscossero subito un grande successo.
Il cioccolato utilizzato era della Nestlé, azienda che percepì da subito le potenzialità della ricetta e non appena si accorse della popolarità che questi biscotti stavano riscuotendo propose un accordo alla signora Wakefield, in cambio della ricetta dei suoi biscotti (pubblicata sul retro delle proprie confezioni di cioccolato) avrebbe ricevuto una fornitura a vita di cioccolato.
Ben presto la ricetta con le diverse varianti si diffuse in America e poi nel mondo, con una produzione industriale dei biscotti e anche delle scaglie o meglio gocce di cioccolato, prodotte appositamente per l'uso.
Qualcuno di voi forse conosce la storia di questi biscotti, qualcuno invece no.. ma chi di voi non ha mai assaggiato i Chocolate chip cookies?
Fare questi biscotti è semplice, ma vi avverto, sono una droga se amate: burro, cioccolato e croccantezza.
Ho trovato molte ricette e varianti di questi biscotti, ho cercato di attingere soprattutto dalle ricette americane, perché bisogna andare alla fonte se si vuole proporre un buon remake di un originale.
Ecco la mia variante dei Chocolate Chip Cookies .. ottimi ad ogni ora ed eccellenti con un bicchiere di latte freddo!



Chocolate chip cookies



Ingredienti

per 20 biscotti

114 GR DI BURRO BUONA QUALITA'

90 GR DI ZUCCHERO DI CANNA 
60 GR DI ZUCCHERO BIANCO SEMOLATO
1 UOVO GRANDE
1 CUCCHIAINO DA THE' DI ESTRATTO DI VANIGLIA
148 GR DI FARINA "00"
1/2 DI CUCCHIAINO DA THE' DI BICARBONATO
1/4 DI CUCCHIAINO DA THE' DI SALE FINO
114 GR DI GOCCE DI CIOCCOLATO FONDENTE

Occorrente

PLACCA DA FORNO
SBATTITORE o PLANETARIA
CUCCHIAIO o PORZIONATORE PER GELATO
CARTA DA FORNO
RECIPIENTE BORDI ALTI
PALETTA

Per cominciare tirate fuori il burro dal frigorifero almeno 15 minuti prima di iniziare ad impastare i biscotti e riducetelo in pezzi.

Setacciate la farina e aggiungeteci il bicarbonato ed il sale.
Accendete il forno a 190°.

In un recipiente versate il burro a dadini, lo zucchero di canna, lo zucchero bianco e l'estratto di vaniglia, con lo sbattitore a velocità media iniziate ad impastare gli ingredienti, almeno per 10 minuti.

Aggiungete l'uovo e continuate a lavorare il composto con lo sbattitore per 3-4 minuti, poi riducete la velocità e aggiungete la farina a cui avrete aggiunto bicarbonato e sale.
Aggiungete per finire le gocce di cioccolato, mescolate bene con un cucchiaio e mettete in frigo l'impasto per 15 minuti.

Su una placca da forno foderata di carta da forno, disponete l'impasto dei biscotti in piccole dosi, con un cucchiaio o un porzionatore da gelato, fate delle palline (non schiacciate l'impasto) e posizionatele molto distanti una dall'altra (7 cm circa) perché in cottura l'impasto si espande e prende la classica forma a disco.

Cuocete a 190°per circa 12 minuti, appena i biscotti sono dorati tirateli fuori ma lasciateli sulla placca almeno 3 minuti, poi con una paletta sistemateli su un vassoio e fateli raffreddare bene prima di servirli o riporli in un contenitore ermetico, si conserveranno almeno 1 settimana.. ma vi assicuro che non dureranno tanto!


Chocolate chip cookies




Consigli

Durante la cottura dei biscotti, posizionate la placca nella parte centrale del forno.
In mancanza dell'estratto di vaniglia potete utilizzare l'essenza di vaniglia o una bustina di vanillina.
Usate del burro di buona qualità, lo ripeto spesso lo so ma è fondamentale per ottenere un buon risultato.
Lo zucchero di canna utilizzato nella ricetta originale è quello muscovado, io ho utilizzato uno zucchero di canna più chiaro e granuloso.

Nota 

Il burro migliore è quello centrifugato, ottenuto dalla centrifugazione del latte appena munto e questa lavorazione è tipica soprattutto dei paesi nordici; in Italia si predilige il burro da affioramento di minore qualità e sottoposto a diversi trattamenti industriali (non sempre ovviamente), leggete qui per avere un'idea sulle varie lavorazioni. 
Non sempre è specificato sul pacchetto di burro il tipo di lavorazione, quindi se riuscite informatevi prima dell'acquisto.


12 commenti:

  1. Non conoscevo la storia legata all'origine di questi biscotti stra conosciuti e non sapevo che nella ricetta originale andasse lo zucchero muscovado. Grazie per averla condivisa !

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Possono creare dipendenza!
      A presto..

      Elimina
  3. Ciao Laura! :) Buonissimi, io li adoro, i tuoi sono davvero golosi ed invitanti :) Mi hai fatto ricordare che non li ho ancora postati, devo provvedere, sono i miei biscotti preferiti! :D Complimenti e un abbraccio, buona serata :**

    RispondiElimina
  4. Oh si io ne vado matta davvero.
    Sono meravigliosi. Dolci ma non stucchevoli e poi sono peggio delle ciliegie...non ti fermi più!
    Ti sono venuti davvero bene!
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.. condivido in pieno!
      Buona giornata!

      Elimina
  5. Quanto amo questi biscotti. Con un bel bicchiere di latte freddo, anche a dispetto dell’inverno, sono una dolcissima coccola :) Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  6. ciaooo!!! ma sai che non conoscevo tutte queste cose?! sono dei biscotti buonissimi a me piacciono pucciati nel latte:)
    grazie di essere passata da me ti seguo volentieri e ti mando un bacio!! a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me con il latte.. freddo è meglio!
      Un bacio a te..

      Elimina