mercoledì 29 febbraio 2012

Delizia di Hamburger

Non ha nulla a che vedere con quelli pubblicizzati da famose catene fast food... quì c'è carne macinata fresca, olio d'oliva, parmigiano reggiano e verdure.
E poi è fatto da voi... volete mettere la soddisfazione?

Delizia di Hamburger





Ingredienti
per 2 persone

2 PANINI MORBIDI ROTONDI

2 HAMBURGER DI CARNE BOVINA FRESCHI
1 MELANZANA MEDIA
6 FETTINE SOTTILISSIME DI PARMIGIANO REGGIANO
4 PACHINO
1 PEZZETTO DI CIPOLLA BIANCA O AGLIO 
1 MAZZO DI PREZZEMOLO O UN PO' DI ORIGANO
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA
SALE
ACETO BALSAMICO
KETCHUP (possibilmente Heinz)

Occorrente

1 PIASTRA

Per cominciare lavate la melanzana, sbucciatela e tagliatela in fette rotonde di circa 1 centimetro.

Mettete la piastra sul fuoco per riscaldarla.
Lavate e sminuzzate il prezzemolo.
Lavate i pomodorini e tagliateli a fettine.
Se scegliete la cipolla, tagliatela a fettine sottilissime (trasparenti) divise in due o tre parti per distribuirla meglio.
Se scegliete l'aglio basterà 1 spicchio pulito, diviso in due da aggiungere all'emulsione che verrà descritta in seguito.

Grigliate le melanzane, intanto in un piccolo contenitore dai bordi alti mettete circa 8 cucchiai di olio e 1 di aceto balsamico ed emulsionate (sbattete) con una forchetta molto velocemente per qualche minuto (se avete optato per l'aglio potete aggiungerlo).

Mettete le melanzane cotte in un piatto fondo, salate, aggiungete la cipolla distribuendola bene, il prezzemolo a pezzetti e cospargete tutto con l'emulsione di olio e aceto.
Mettete a cuocere gli hamburger sulla stessa piastra calda e aprite i panini in due, posizionandoli nei piatti. 
Tagliate con un coltello il parmigiano in fette sottilissime circa 6 (o anche di più se preferite) e distribuitelo sull'hamburger cotto, ma ancora sulla piastra, lasciate cuocere 1 minuto e poi impiattate.
Costruite una piramide con parte del pane alla base, l' hamburger con il parmigiano, due fette di melanzane (per panino), i pomodori e se vi piace un pò di ketchup...chiudete con l'altra parte del pane e gustate.
Il resto delle melanzane saranno ottime per contorno!

Consigli


Gli hamburger sono fatti di carne macinata e pressata, l'importante è scegliere della buona carne e farli fare espressi dal macellaio di fiducia evitate di comprare quelli già fatti che spesso contengono conservanti.

Il pane può essere con il sesamo o ai cereali, sarebbe meglio che avesse una consistenza morbida.
Potete usare anche le zucchine insieme o in alternativa alle melanzane e aggiungere o sostituire altre spezie per arricchire il piatto.




martedì 28 febbraio 2012

Soffice al Cacao

Di qualsiasi umore siate oggi? 
Questa torta andrà bene in ogni caso!
E' soffice, al cacao e con lei potrete iniziare o finire la giornata con un sorriso, non solo il vostro, ma anche delle persone che la gusteranno con voi.


Soffice al Cacao




Ingredienti

150 GR DI ZUCCHERO

150 GR DI MARGARINA VEGETALE (uso Vallè) 
2 UOVA 
250 GR DI FARINA
1 BICCHIERE DI LATTE
1 CUCCHIAIO COLMO DI CACAO AMARO
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 BUSTINA DI LIEVITO VANIGLIATO
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO A VELO
1 NOCE DI BURRO 
SALE

Occorrente

TEGLIA DA 24 CM
CARTA DA FORNO (se non ungete la teglia con il burro)
1 SBATTITORE

Per iniziare pesate tutti gli ingredienti, setacciate la farina in un recipiente e aggiungete nello stesso la vanillina, il lievito e il cucchiaio di cacao, mescolate ed avrete una miscela pronta che velocizzerà ancor di più la ricetta.

La margarina sarebbe meglio, come le uova, tirarle fuori dal frigorifero almeno 15 minuti prima di iniziare.
Accendete il forno a 190° e imburrate uno stampo o usate della carta da forno.

Dividete i tuorli dagli albumi, montate con lo sbattitore gli albumi a neve con un pizzico di sale.

In un alto recipiente con bordi alti, montate i tuorli con lo zucchero (siccome sono due uova, usate lo sbattitore a minima velocità o lo zucchero finirà ovunque) ovviamente mancando l'albume non otterrete la montata bianca e gonfia, è importante sbattere le uova finchè diventino più chiare.
Aggiungete la margarina poco alla volta continuando a sbattere, poi prendete una frusta manuale e aggiungete all'impasto il latte poco alla volta, continuando ad amalgamare tutto.

A questo punto iniziate ad aggiungere lentamente la miscela di farina,vanillina, cacao e lievito e mescolate fino a completo assorbimento.

Ora unite gli albumi a neve, facendo con la frusta cerchi dal basso verso l'alto molto delicatamente per non smontare gli albumi.
Mettete l'impasto nella teglia e infornate a 190° gradi per circa 25 minuti fate la prova stecchino, sfornate e al solito lasciate raffreddare prima di sformare la torta. Quando sarà fredda aggiungete (se vi piace!) lo zucchero a velo sulla superficie e assaggiate!

Consigli


Potete usare il burro al posto della margarina, risulterà ugualmente soffice ma meno leggera.

Il cacao deve essere prettamente amaro o il risultato sarà stucchevole.
Potete usare la frusta manuale per tutti i passaggi, è necessaria per la parte che riguarda gli albumi montati a neve, perché vanno incorporati lentamente con movimenti dal basso verso l'alto.

lunedì 27 febbraio 2012

Linguine al Tonno Fast

Buon lunedì! 
C'è qualcosa che stride nelle due parole che ho appena scritto... 
Buono e lunedì...di solito l'inizio della settimana dopo la breve pausa della domenica, non ci vede quasi mai di buon umore.
Assonnati, nevrotici, rassegnati al traffico e alla routine.. Di certo arrivare a fine giornata indenni da stress e pronti a pensare al pranzo o alla cena non è a volte un'idea invitante.
Oggi potreste preparare un piatto semplice, veloce, usando un'ingrediente che piace a molti e che come spesso mi ricorda qualcuno: fa da primo e da secondo.Sto parlando del Tonno! 



Linguine al Tonno Fast



Ingredienti
per 2 persone

160 GR DI LINGUINE (pasta secca non fresca)

120 GR CIRCA DI TONNO IN SCATOLA (sgocciolato)
1 CUCCHIAINO DI BUCCIA DI LIMONE NON TRATTATO
1 CUCCHIAIO DI PINOLI
1/4 DI CIPOLLA BIANCA
1 POMODORO GRANDE O 10 PACHINO
4 CAPPERI SOTTO SALE
1 MAZZETTO DI PREZZEMOLO
4 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA
SALE

Occorrente

1 PENTOLA
1 PADELLA
1 GRATTUGIA O ZASTER

Per cominciare mettete i capperi in un bicchiere d'acqua per dissalarli strizzateli e sminuzzateli con un coltello.

Lavate e sminuzzate anche il prezzemolo.
Sgocciolate bene l'olio o l'acqua (se il tonno in scatola è al naturale) dal tonno.
Mettete l'acqua a bollire per la pasta.

Prendete una padella, mettete l'olio, il quarto di cipolla tagliata finissima a pezzetti e i capperi sminuzzati.

Accendete il fuoco (medio) fate imbiondire la cipolla, aggiungete i pinoli, il tonno e parte del prezzemolo amalgamando con un cucchiaio tutti gli ingredienti.
Prendete il limone grattugiatene (possibilmente a striscioline con il zaster) un cucchiaino (cucchiano da thè dunque più grande di quello usato per il caffè) e mettetelo in padella, salate l'acqua che intanto sarà arrivata ad ebollizione e mettete a cuocere le linguine.
Aggiungete nella padella i pomodori a dadini o se usate i pachino divideteli a metà, mescolate e lasciate andare sempre a fuoco medio.
Appena le linguine saranno cotte, aggiungete mezzo mestolo di acqua al condimento, scolatele la pasta e rovesciatela in padella; rimestate per 30 secondi circa sul fuoco, poi spegnete e impiattate aggiungete il prezzemolo fresco.

Consigli

Del zaster (utilizzato per grattugiare buccia degli agrumi e non solo) ho già accennato nei consigli della ricetta delle Polpette di Famiglia.
E' importante aggiungere un pò di acqua di cottura nel condimento per la pasta perché una volta scolata tenderà ad asciugare (soprattutto il formato lungo tipo le linguine) eviterete così di aggiungere altro olio.
Ovviamente scegliete tonno di buona qualità, consiglio quello al naturale o in l'olio di semi ma evitate quello in olio extravergine d'oliva perché non è mai di ottima qualità ma appena passabile (parlo di quelli del supermercato).
L'olio extravergine d'oliva è uno degli alimenti fondamentali nella nostra cucina e nella nostra cultura, scegliete solo il meglio. 
Imparate a leggere le etichette e se potete, come capita a me, andate alla fonte...comperate l'olio dal coltivatore diretto, vi accorgerete della differenza.








giovedì 23 febbraio 2012

Risotto con Zucca

Stasera risotto arancione.. un pò di zucca, cipolla, prezzemolo ed il gioco è fatto! 
Se non avete il brodo vegetale pronto e avete poco tempo, potete optare per dell'acqua bollente salata.
Gli estimatori o meglio gli "integralisti" dei risotti staranno strabuzzando gli occhi ma garantisco che il risultato è ottimo, sempre che abbiate scelto bene l'ingrediente fondamentale.
La zucca è l'ingrediente principe e deve essere soda e matura... dovete sentirne l'odore quando la comperate, questo farà la differenza!
Anche la scelta del riso è importante, io opto per il carnaroli o l'arborio ottimi per i risotti.


Risotto con Zucca





Ingredienti
per 2 persone

200 GR DI RISO CARNAROLI O ARBORIO
250 GR DI ZUCCA privata della buccia
1/2 CIPOLLA BIANCA PICCOLA
1/2 LITRO DI BRODO VEGETALE
1 MAZZETTO DI PREZZEMOLO
40 GR DI BURRO
5 CUCCHIAI DI PARMIGIANO REGGIANO
SALE

Occorrente

1 PENTOLA
1 PADELLA 

Per iniziare se non avete il brodo vegetale pronto, mettete un litro d'acqua in una pentola e aggiungete una carota, una costa di sedano, una cipolla e una patata. Quando arriva a bollore aggiungete del sale e lasciate cuocere per 30/40 minuti a fuoco basso.
Non spegnete ma mantenete sempre acceso perché per fare il risotto servirà acqua bollente.
Sminuzzate finemente il prezzemolo con un grande o con la mezzaluna.

Tagliate la mezza cipolla a pezzettini piccolissimi (taglio per il soffritto),prendete una padella mettetela sul fuoco aggiungendo 30 gr di burro, lasciatelo sciogliere, aggiungete la cipolla, fate rosolare qualche minuto a fuoco basso e poi aggiungete la zucca tagliata a piccoli cubetti e gran parte del prezzemolo, salate leggermente e coprite con il coperchio lasciando che un pò di vapore fuoriesca (alzate leggermente il fuoco).
Di tanto in tanto mescolate, trascorsi 10 minuti (la zucca dovrebbe essere morbida o attendete qualche altro minuto) schiacciate parte dei cubetti con una forchetta o se la padella è antiaderente con un cucchiaio di legno e aggiungete il riso.
Mescolate finché il riso non diventa traslucido e aggiungete 3 mestoli di brodo, girate con un cucchiaio e aggiungete brodo non appena il riso si asciuga troppo. Dopo 10 minuti iniziate ad assaggiare, quando il riso avrà raggiunto il punto di cottura che desiderate spegnete il fuoco e mantecate con i 10 grammi di burro e i cinque cucchiai di parmigiano.
Impiattate, aggiungete il prezzemolo rimasto se vi piace e..
Bon apetit!


Consiglio 

Mi è capitato di avere pochissimo tempo per cucinare e di non avere il brodo vegetale né il tempo per farlo, siccome detesto i dadi pronti per brodo ho optato per utilizzare dell'acqua, l'ho fatta bollire ed ho salato.
Comunque se volete utilizzare un dado da brodo va benissimo.
Se non avete mezzo litro di brodo, vi conviene farlo utilizzando un litro o tre quarti di acqua, perché restando acceso per tutto il tempo di cottura del risotto l'acqua tenderà ad evaporare.
Uso la cipolla bianca perché è la più delicata e si sposa benissimo con la zucca.





mercoledì 22 febbraio 2012

Ciambellone Antonia

Oggi ho poco tempo, ma una ricetta semplicissima e veloce ve la posto.
Un classico.. il ciambellone, che in questo caso si chiama Antonia. 
La ricetta arriva da una mia zia.. Antonia appunto! 
Lei è una maestra di dolci da sempre.. ne fa di meravigliosi e vivendo in campagna può servirsi di prodotti super genuini ad esempio usa il suo olio, le sue uova.. non so se mi spiego!
Ah già... è un ciambellone non al burro ma all'olio, ovviamente extravergine d'oliva!
Ho fatto delle piccolissime modifiche all'originale per rendere questo dolce un.. Laura Home Made originale anche se citare la fonte è importante sempre.



Ciambellone Antonia





Ingredienti


3 UOVA

250 GR DI ZUCCHERO
350 GR DI FARINA
1 ARANCIA NON TRATTATO
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 BICCHIERE SCARSO DI OLIO
1 BICCHIERE DI LATTE INTERO
1 BUSTINA DI LIEVITO VANIGLIATO
1 CUCCHIAIO DI CACAO AMARO
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO DI CANNA O SEMOLATO
1 PIZZICO DI SALE
1 NOCE DI BURRO
1 CUCCHIAIO DI FARINA
1 BICCHIERE DI PLASTICA O 1 VASETTO DA YOGURT

Occorrente

1 STAMPO CON IL BUCO DA 20 CM
1 SBATTITORE

Per incominciare pesate tutti gli ingredienti, setacciate la farina a cui aggiungerete la bustina di lievito e la vanillina.

Tirate intanto le uova fuori dal frigorifero.
Imburrate lo stampo con la noce di burro e spolverizzatelo con un cucchiaio di farina poi, rilascerà meglio il ciambellone una volta cotto.
Lavate e asciugate l'arancia.
Accendete il forno a 180°.

Prendete un recipiente per lavorare gli ingredienti e uno sbattitore elettrico, rompete le uova, aggiungete lo zucchero e montate bene almeno 10/15 minuti, il composto dovrà risultare chiaro e spumoso.

Grattuggiate all'interno metà buccia d'arancia, il latte, mescolando con una frusta a mano e poi aggiungete l'olio a filo (non riempite il bicchiere fino all'orlo lasciate un dito dal bordo).
A questo punto aggiungete pian piano la farina, con dentro vanillina e lievito mescolate continuamente con la frusta e aggiungete un pizzico di sale.
Quando gli ingredienti si saranno ben amalgamati prendete una parte dell'impasto, meno della metà, rovesciatelo in un'altro contenitore e a quest'ultimo aggiungete il cucchiaio di cacao (setacciato anch'esso).
Mescolate l'impasto fino a totale assorbimento del cacao.
Ora prendete lo stampo, rovesciate all'interno parte del composto bianco, girando con le mani la teglia per riempirla uniformemente, poi aggiungete sempre nello stesso modo tutto l'impasto al cacao e finite aggiungendo l'impasto bianco rimasto.
Battete bene lo stampo sul piano per evitare che si formino bolle d'aria e per far assestare l'impasto alla base.
Aggiungete sopra 2 cucchiai di zucchero ed infornate a 180° per 30/35 minuti.Fate la prova stecchino prima di sfornare e una volta cotto lasciatelo raffreddare prima di sformarlo su un vassoio.
Buono per il thé, il latte o da solo, buono sempre!

Consiglio


Ho indicato nella ricetta il bicchiere di plastica o il vasetto dello yogurt perché è un'unità di misura, non so quali bicchieri avete in casa e soprattutto 

la dose dell'olio non deve essere esagerata o prenderà il sopravvento sugli altri sapori.
E' importante battere la teglia o lo stampo sul piano una volta versato all'interno il composto, non solo per il ciambellone, ma ogni volta che abbiamo impasti montati questo assesterà uniformemente il contenuto all'interno e farà sparire eventuali bolle d'aria.
Se avete il latte parzialmente scremato va bene, ma per i dolci e soprattutto per questo il latte intero conferisce una quantità di grasso migliora il sapore e poi non c'è neanche il burro..quindi si può fare!






martedì 21 febbraio 2012

Le Mie Alici

Martedì.. pesce azzurro!
Le Alici fanno bene, costano poco, hanno molto sapore e ci sono molte ricette appetitose, provate la mia e mi darete ragione.
Vista l’ora nella quale posto la ricetta… la pescheria come minimo sarà chiusa ma potete comperare tutti gli ingredienti per il prossimo venerdì, tranne il pesce, quello dev'essere freschissimo!


Le mie Alici


Ingredienti
Per 2/3 persone

15 ALICI FRESCHISSIME
2 CIPOLLE ROSSE GRANDI (preferibilmente di Tropea)
2 CUCCHIAI SCARSI DI UVETTA SECCA
2 CUCCHIAI SCARSI DI PINOLI
1 CUCCHIAIO SCARSO DI MIELE
1 CUCCHIAIO DI ACETO BALSAMICO O DI MELE
4 CUCCHIAI DI ACQUA
4 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
2 UOVA
8 CUCCHIAI DI FARINA
8 CUCCHIAI DI PAN GRATTATO
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA O DI ARACHIDI
SALE


Per incominciare lavate sotto acqua corrente le alici e pulitele (molte pescherie lo fanno per voi!) togliendo la testa, la coda e apritele a libretto facendo una leggera pressione sulla pancia.
Mettetele ad asciugare su carta assorbente.
Pelate e tagliate a fettine sottile le cipolle.
Mettete l’uvetta dentro un bicchiere d’acqua almeno 15 minuti e poi strizzatela.
Mescolate in un bicchiere i cucchiai di acqua con il cucchiaio d'aceto

Prendere una padella antiaderente versateci 4 cucchiai di olio extravergine, mettetela sul fuoco (basso) aggiungete le cipolle, salate a piacere e coprite con il coperchio.
Mescolate ogni tanto.
Dopo qualche minuto aggiungete l'acqua con l'aceto, il cucchiaio di miele e lasciate cuocere lentamente per 5 minuti circa, mescolando con un cucchiaio di legno ogni tanto, senza coperchio.
Poi aggiungete i pinoli e l’uvetta, mescolate rimettete il coperchio e fate cuocere ancora 8/10 minuti (le cipolle dovranno essere morbide e il sugo quasi tutto evaporato) e spegnete lasciandole coperte.
Rompete le uova in un piatto fondo, sbattetele con una forchetta qualche minuto, salate leggermente. Mettete la farina e il pangrattato in due piatti piani differenti.
Prendete le alici panatele prima nella farina, poi passatele nelle uova leggermente battute con una forchetta e infine nel pangrattato.
Prendete una padella per friggerle e mettete olio sufficiente per coprirle in cottura, quando l’olio è caldo (prova stecchino) immergetele, girandole per farle dorare da entrambi i lati, ci vorranno pochi minuti.
Una volta fritte, poggiatele su carta assorbente per far assorbire l’olio in eccesso.
Sistemate le alici in un piatto da portata a formare dei petali di margherita, nel centro sistemate le cipolle e servite.

Consiglio

Il coperchio usato, dovrebbe avere uno o più forellini per far uscire un pò di vapore; se non lo avete fate in modo che il vostro coperchio di non combaci perfettamente alla padella ma lasciate qualche millimetro, per far fuoriuscire il vapore.
L’olio per friggere: se non avete l’extravergine d’oliva, io uso spesso quello di arachidi che è il migliore perché regge bene ad alte temperature e dà leggerezza alla frittura.
La prova stecchino per il punto di calore dell’olio ve l’ho già illustrata nei consigli del post delle Polpette di Famiglia!
Se non amate l’aceto, potete aggiungere solo i pinoli, l'uvetta e un cucchiaino di miele alle cipolle, ma vi assicuro che la mescolanza di aceto, acqua e miele dà un sapore agrodolce piacevole.
Potete ovviamente aumentare di un po’ la dose di aceto o di miele se vi piace un gusto più agro nel primo caso o più dolce nel secondo!
Potete mettere l'uvetta ammollo in acqua e marsala secco, in egual quantità, servirà ad aromatizzare di più le cipolle.





sabato 18 febbraio 2012

Cuscus Leggero con gusto

Sabato possiamo fare un bel cuscus, buonissimo anche freddo per un aperitivo in stile happy hours o per avere qualcosa di pronto per la cena.
Il cuscus o couscous (in francese) è una semola di grano duro (in alcuni casi anche fatto con altri cereali tipo l'orzo) in granelli cotti al vapore. 
In genere quello che troviamo al supermercato è cotto al vapore essiccato inscatolato e per consumarlo basterà aggiungere dell'acqua o del brodo bollente.
Descritta così la ricetta del cuscus sembra una ricetta troppo semplice e non molto invitante... Della semola ammorbidita con l'acqua?
Ma è fondamentale, per l'ottima resa di questo piatto, saperlo sgranare bene e aggiungere un buon condimento.
Andiamo a prepararlo!



Cuscus Leggero con gusto






Ingredienti

per 4 persone

250 GR DI CUSCUS

260 GR DI ACQUA BOLLENTE
1 MELANZANA GROSSA
2 ZUCCHINE GRANDI
1 PEPERONE
1 CIPOLLA ROSSA
10 POMODORI PACHINO
4 FETTE DI PETTO DI POLLO (circa 3 etti)
6 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
2 CUCCHIAI DI ACQUA
10 FOGLIE DI BASILICO
SALE

Occorrente

1 PADELLA 26/28 CM
1 PIASTRA


Per cominciare pelate la cipolla,affettatela finemente e mettetela in una padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio, 2 cucchiai di acqua una presa di sale e lasciate stufare a fuoco lento con un coperchio.

Lavate e asciugate la verdura.

Mettete a bollire l'acqua , raggiunto il bollore, salate l'acqua e versatela sul cuscus che avete sistemato in una pirofila, copritelo con un foglio di alluminio e lasciate riposare per 2 minuti circa.

Poi con una forchetta sgranate il cuscus (separate i granelli) e aggiungete 2 cucchiai di olio.
Mettete la piastra sul fuoco e mentre si scalda tagliate a fette rotonde di circa 1 centimetro la melanzana, tagliate nel senso della lunghezza le zucchine facendo fette da mezzo centimetro circa, il peperone tagliato a strisce e dividete in due i pachino.
Piastrate tutte le verdure tenendo i pachino per ultimo, i pomodorini dovranno cuore circa 1 minuto.
Mentre il pollo cuoce, tagliate le verdure già cotta a cubetti, poi fate lo stesso con il pollo e versate tutto nella padella dove c'è la cipolla stufata, mescolate tutto qualche minuto a fuoco vivo e poi versate tutto il condimento nel cuscus.
Amalgamate bene tutto e aggiungete il basilico spezzettato.
Ora... siete pronti per assaggiare!


Consiglio


Le melanzane hanno un sapore amarognolo se volete eliminarlo: lavatele, tagliatele, mettete le fette a strati in uno scolapasta con un piatto sotto, salate con sale grosso e poneteci sopra un peso. 

Lasciate così per 30 minuti,rilasceranno l'acqua amara, poi sciacquatele e asciugatele con un canovaccio.
Anche per motivi di tempo e non solo di gusto (a me non dispiace l'amarognolo) salto questa fase, ma spesso sbuccio le melanzane prima di tagliarle eliminando così un pò di amaro!









venerdì 17 febbraio 2012

American Cheesecake

Venerdì è cheesecake, per una cena con gli amici o per assaporarla durante un week end di relax.
Ci vuole un po' di pazienza per questa ricetta ma il risultato vi ripagherà!



American Cheesecake



Ingredienti


Per la base

150  GR DI BISCOTTI SECCHI MC VITIES DIGESTIVE
 2    CUCCHIAI DI ZUCCHERO
70   GR DI BURRO SCIOLTO

Per la farcia 

400 GR DI PHILADELPHIA
50 GR DI ROBIOLA
2 UOVA INTERE
150 GR DI ZUCCHERO
2 CUCCHIAI DI SUCCO DI LIMONE
200 GR PANNA  
2 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
1 BUSTINA DI VANILLINA
2 CUCCHIAI DI SUCCO DI LIMONE
1 NOCE DI BURRO 

Per la copertura

1 CONFEZIONE DI LAMPONI
1 CONFEZIONE DI MIRTILLI
3 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
2 CUCCHIAI DI ACQUA
1 CUCCHIAIO DI RUM
1 CUCCHIAIO DI ZUCCHERO A VELO







Occorrente
1 FOGLIO DI ALLUMINIO
CARTA DA FORNO (per la teglia se non usate il burro)
1 TEGLIA A CERNIERA DA 22 CM
1 SBATTITORE


Per iniziare vi consiglio (al solito!) di preparare e pesare gli ingredienti per facilitarvi il lavoro.
Accendere il forno a 160° e ricoprire la teglia con i bordi alti preferibilmente con carta da forno.Mettere i 70 grammi di burro a sciogliere a bagnomaria.

La base

Prendete i biscotti e triturateli con un mixer elettrico,aggiungendo i 2 cucchiai di zucchero oppure metteteli dentro un sacchetto trasparente per il congelatore e tritateli con le mani o con un batticarne (in questo secondo caso aggiungete lo zucchero dopo). Ponete i biscotti in un recipiente e aggiungete il burro fuso e amalgamate bene. Poi tutto nella teglia e spianateli,quasi a formare un tappeto molto compresso che copra uniformemente tutto il fondo.
Ponete la teglia in frigorifero.

Farcia

Prendete un recipiente alto per lavorare il composto versate: Philadelphia, Robiola,zucchero,uova e i 2 cucchiai di succo di limone e amalgamate tutto a mano con una frusta o con un mix.
Versate tutto nella teglia e infornate a 160° per 30 min coprendo il composto con un foglio di alluminio per evitare che si colorisca troppo sopra.
Lasciate la torta nel forno spento a cottura ultimata, per altri 20 minuti togliendo il foglio di alluminio.
Tirate la torta fuori dal forno, lasciate raffreddare 20 min e intanto riaccendete il forno a 150°. 
Montate la panna con lo zucchero e la vanillina, aggiungete 2 cucchiai di succo di limone e mantecate molto delicatamente.
A questo punto spalmate delicatamente la panna ottenuta sulla superficie della torta e infornate per 8/10 minuti a 150°.
Sfornate lasciate raffreddare completamente dentro lo stampo.

Copertura

Infine preparate la copertura ponendo la frutta già lavata (lasciatene un po' per la guarnizione) in un pentolino, aggiungete l'acqua, lo zucchero, il rum e ponete sul fuoco medio circa 5 min (non deve bollire) mantecando con un cucchiaio di legno. 
Lasciate raffreddare il composto e poi versatelo sulla torta,guarnite con la frutta rimasta,sformatela e ponetela in frigorifero.
Vi consiglio di attendere 8 ore, meglio sarebbe consumarla il giorno dopo.
Se vi piace potete spolverizzate con zucchero a velo sui frutti di guarnizione prima di consumarla.
E bon appétit!

Consiglio


La panna che ottengo con il limone è un surrogato della panna acida nell'eventualità che non riusciate a reperirla al supermercato, qualora la troviate potete eliminare quel passaggio, seppure vi consiglio di provare questa opzione!

Inoltre quando versate la salsa di frutta (anche detta coulis) fatelo partendo dal centro del cheesecake e molto lentamente, se lo fate quando la torta è ancora nello stampo eviterete che la coulis scivoli lungo i lati (a meno che non esageriate!),se non vi piace l'effetto estetico.
A me non dispiace!
E se non avete la robiola potete usare solo la Philadelphia,andrà bene ugualmente.


  


giovedì 16 febbraio 2012

Torta al Cioccolato Basic

Di torte al cioccolato ce ne sono di diversi tipi, ho trovato e letto mille ricette con grandi e piccolissime varianti. 
Oggi ve ne presento una, che ho chiamato Torta al Cioccolato Basic perché questa torta può essere la base per altre torte da farcire e decorare, che più in là vi mostrerò.
Ma di sicuro è buona anche solo con una spolverata di zucchero a velo sopra!



Torta al Cioccolato Basic



Ingredienti


250 GR DI FARINA

200 GR DI ZUCCHERO
100 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
80 GR DI BURRO
2 CUCCHIAI DI CACAO IN POLVERE
4 UOVA
1 BICCHIERE DI LATTE 
1 BUSTINA DI LIEVITO VANIGLIATO
1 PIZZICO DI SALE
1 NOCE DI BURRO 

Per la copertura

40 GR DI ZUCCHERO A VELO 
70 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
2 CUCCHIAI DI ACQUA BOLLENTE






Occorrente
1 TEGLIA ROTONDA 26 CM CIRCA
2 PENTOLE 
1 SBATTITORE

Per cominciare prepariamo tutti gli ingredienti già pesati, meglio se tiriamo le uova fuori dal frigo almeno 15 min prima (per farle montare a dovere), accendiamo il forno a 180° e ungiamo la nostra teglia con la noce di burro o in alternativa usiamo la carta da forno.
Mettiamo i 100 gr di cioccolato fondente a sciogliere insieme al burro a bagnomaria e poi raffreddare almeno 10 minuti girandolo di tanto in tanto.

Torta

Prendiamo un recipiente alto e versiamoci le 4 uova (preventivamente aperte!) lo zucchero e con uno sbattitore andiamo a montare le uova. Ci vorranno circa 10 min ad alta velocità o qualche minuto in più a velocità media, per ottenere un composto chiaro e spumoso.
A questo punto versiamo il bicchiere di latte lentamente e mantechiamo con una frusta o un cucchiaio di legno, a mano, e aggiungiamo i 2 cucchiai di cacao (preventivamente setacciato per non far fare grumi).
Poi inseriamo il cioccolato fuso sempre mantecando, alla fine aggiungeremo la farina (anch'essa preferibilmente setacciata prima) e il lievito vanigliato
Un pizzico di sale amalgamiamo bene il composto, versiamolo nella teglia e inforniamo a 180° per  40/45 min.
Facciamo la prova stecchino prima di sfornarla per controllare che l'impasto sia asciutto, quindi ben cotto e poi lasciamolo raffreddare prima di sformarlo.

Per la copertura

Sciogliamo a bagnomaria 70 gr di cioccolato con 20 gr di zucchero a velo, preleviamo poi 2 cucchiai di acqua bollente (dal pentolino utilizzato per il bagnomaria) e aggiungiamoli al cioccolato, giriamo bene con un cucchiaio, meglio se di legno.
Una volta sciolto il cioccolato e sformata la torta su un vassoio, con un cucchiaio prendete un pò di cioccolato fuso e colatelo sulla torta facendo delle righe continue da destra a sinistra.
Lasciate asciugare e poi cospargete con lo zucchero a velo rimasto.

Consiglio:


Vi suggerisco di sciogliere il cioccolato a bagnomaria altrimenti se lo fate con un pentolino direttamente sul fuoco rischia di bruciarsi e prendere un cattivo sapore.

Per chi non sapesse cos'è il sistema di bagnomaria, consiste in due pentole o pentolini (dipende dalla quantità di prodotto da sciogliere) di diverse 
dimensioni; una pentola più grande che contiene dell'acqua e una più piccola incastrata sopra con l'ingrediente da sciogliere.
Ponete tutto su un fuoco a media intensità e fate in modo che l'acqua del pentolino che bolle non arrivi mai nel pentolino sopra dove si trova l'ingrediente.
Se volete, potete dividere la torta a metà e spalmare all'interno della marmellata o della panna o della crema di cioccolato, già provate tutte le alternative e vi assicuro che non c'è male!







mercoledì 15 febbraio 2012

Verdure al forno

Questo piatto di verdure è semplicissimo, gustoso e sano, il che non guasta!
Avete voglia di verdure e non avete molto tempo? 
Potete preparale anche il giorno prima e poi basterà solo scaldarle. 
La cottura in forno vi permetterà di impiegare il vostro tempo facendo altro, l'importante sarà, avere un timer che vi avvertirà a cottura ultimata.
Un po' di aromi o erbe profumate e un ottimo olio extravergine d'oliva, condiranno un piatto che potrete usare come contorno o per condire pasta, riso, cous cous, un vero piatto jolly!



Verdure


 Ingredienti: 

per 4 persone

2 MELANZANE

2 ZUCCHINE
3 CAROTE
2 COSTE DI SEDANO
1 CIPOLLA GRANDE (meglio se rossa)
1 PEPERONE GRANDE
8 POMODORI PACHINO 
1 MAZZETTO DI PREZZEMOLO
ERBA CIPOLLINA (essiccata)
ALLORO (essiccato)
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA
SALE

Occorrente

1 TEGLIA DI MEDIA GRANDEZZA


Per cominciare accendete il forno a 190°, lavate accuratamente le verdure con acqua e bicarbonato (tranne le cipolle che vanno spellate!). 



Tagliate le melanzane, le zucchine, il peperone, le carote, il sedano e i pomodorini in pezzetti di circa 1 cm, la cipolla in pezzi più piccoli e versate tutto nella teglia.

Sminuzzate bene il prezzemolo e aggiungetelo alle verdure, aggiungete anche una manciata di erba cipollinaalloro in pezzetti.
Salate a piacere, in media 3 prese di sale fino e aggiungete 5 cucchiai di olio extravergine d'oliva.
Mescolate con le mani o con un cucchiaio di legno e infornate a 190° per 40/45 min, a metà cottura tirate fuori la teglia e rimestate tutto, in modo da favorire una cottura omogenea.
Una volta sfornate lasciate raffreddare e saranno pronte da gustare, in qualunque momento sia tiepide che riscaldate!


Consiglio:


La teglia non deve essere troppo piccola, le verdure devono stare 'comode' per favorirne una cottura più rapida.

I pezzi delle verdure possono essere anche più grandi di 1 cm, l'importante è che tutti abbiano una grandezza simile, questo favorirà una cottura omogenea.
Potete ovviamente togliere o aggiungere le verdure o le spezie che volete a questa ricetta, ad esempio se non amate la cipolla potete aggiungere del porro che è più delicato.
Le spezie essiccate descritte negli ingredienti, non sono altro che quelle nei barattoli che si trovano in ogni supermercato, se avete a disposizione quelle fresche anche meglio.
E ricordate sempre che se avete qualcosa che cuoce sui fuochi o nel forno, dateci un'occhiata di tanto in tanto, servirà ad evitare disastri!




martedì 14 febbraio 2012

San Valentino

Ho deciso di aprire il mio blog proprio oggi... che sia S.Valentino è una pura coincidenza!
Questo blog sarà pieno di ricette che traggono idee ed ispirazione da internet  dai giornali, dai libri, troverete anche ricette di famiglia.
Tutte le ricette hanno in comune due cose: sono state collaudate ed hanno subito delle piccole o grandi modifiche applicate da me nel tempo, per renderle mie e per sperimentare qualcosa di nuovo.
Non sono una professionista ma amo cucinare, scoprire ed assaggiare nuovi sapori..
Basta avere un pò di pazienza e qualcuno che assaggi con clemenza ciò che prepariamo.
Importante è partire sempre da ingredienti di qualità.
Per iniziare vi propongo un classico..



Torta di mele


Ingredienti

200 GR DI FARINA

150 GR DI BURRO
100 GR DI ZUCCHERO
2 CUCCHIAI DI LATTE
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 BUSTINA DI LIEVITO 
3 UOVA
1 PIZZICO DI SALE
2 MELE GRANDI 
1/2 LIMONE NON TRATTATO
1 NOCE DI BURRO O CARTA DA FORNO

Occorrente

1 TEGLIA ROTONDA DA 26 CM CIRCA

Prima di iniziare vi consiglio di prepararvi tutti gli ingredienti già pesati.

Il burro deve essere a temperatura ambiente,molto morbido,potete tirarlo fuori dal frigo 30 min prima di iniziare.
La farina sarebbe meglio setacciarla e aggiungerle all'interno la bustina di lievito e quella di vanillina,per facilitare l'operazione.
Accendete intanto il forno a 180° così sarà a temperatura una volta preparata la torta.

Prendete un recipiente abbastanza alto dove lavorerete gli ingredienti: unite 110 gr di burro allo zucchero e mescolate energicamente con una frusta o con un cucchiaio di legno.Una volta amalgamato bene, aggiungete i due cucchiai di latte, le uova e grattugiate la buccia di mezzo limone mescolando bene.

Poi aggiungete la farina poca per volta, il lievito e la vanillina (se non l'avete fatto precedentemente come vi suggerivo) mescolate fino all'assorbimento totale degli ingredienti e aggiungete un piccola presa di sale fino.
Il burro rimasto (40 gr) fatelo sciogliere dolcemente a fuoco bassissimo e tenetelo da parte.
A questo punto prendete la vostra teglia, imburratela con una noce di burro e spolverizzate con 1 cucchiaio di farina o in alternativa usate un foglio di carta da forno, il tutto servirà per non far attaccare la torta.
Versate il composto ottenuto nella teglia, a questo punto sbucciate le mele velocemente (o diventeranno nere), dividete ognuna in 4 spicchi grandi (eliminate il torso) e tagliate ogni spicchio in più fettine da 1 cm circa, partendo dal lato corto.
Inserite gli spicchi ottenuti inserendoli nell'impasto della torta,partendo dall'esterno verso l'interno. Formando quasi dei petali di un fiore.
Ora prendete il burro sciolto e versatelo sopra se volete potete aggiungere 1 cucchiaio di zucchero,spolverizzandolo sulla torta.
Infornate la torta a 180° per 20/25 minuti circa, controllate prima di sfornarla,con uno stecchino di legno (infilzatelo nella torta tiratelo su se è asciutto sarà cotta).
Lasciate raffreddare almeno 1 ora, sformatela e se vi va potete aggiungere dello zucchero a velo.
Anche se non siete esperti,potete provare a farlo, è un dolce semplice che dà molte soddisfazioni, agli occhi e al palato!

Consiglio:


Se volete evitare di sbucciare le mele all'ultimo momento, potete farlo ma siccome tendono ad annerire, dovete metterle in una ciotola e versarci sopra del succo di limone;se esagerate nella macerazione potrebbe risultare un sapore troppo acidulo soprattutto se le mele sono poco mature.

Vi consiglio quindi di aggiungere al succo di limone (2 limoni per la precisione) 2 cucchiai di zucchero.
Se non avete la bustina di vanillina o non volete metterla, potete aggiungere la scorsa grattugiata di 1 limone non trattato.