Tiella Barese

La prima volta che ho assaggiato questa prelibatezza, risale ad un po' di anni fa, mi trovavo in vacanza al mare a casa di una delle mie zie. 
Sotto un grande albero d'ulivo in giardino era sistemato un tavolo enorme, di quelli che accolgono i grandi numeri.. eravamo almeno venti persone tra adulti e bambini, di sicuro ricordo queste grandi teglie (tielle) al centro del tavolo e ne ricordo il profumo.
Dentro le tielle c'erano: patate, cipolle, riso, cozze, aglio, prezzemolo pomodori... amalgamati alla perfezione, l'odore era celestiale e il sapore non era da meno!
Spazzolammo due teglie in 15 minuti o poco più, ma ricordo che per prepararle ci volle più di qualche ora.  
A dire il vero credo fosse ferragosto e si ruppe il forno in corso d'opera, ma la magia delle zie riuscì a farci gustare ugualmente qualcosa di ottimo.
Se ci pensate.. per fare, costruire, creare ci vuole molto tempo e per spazzare via o spazzolare via, nel caso specifico, si impiega pochissimo!
Dopo questa riflessione, un pizzico troppo cerebrale... mettiamoci al lavoro.
Importante avere prodotti freschi e prepararsi tutti gli ingredienti prima, accendere il forno a temperatura, poi per assemblare il tutto ci vorrà pochissimo e per mangiarlo ancora meno!



Tiella barese



Ingredienti

per 2 - 3 persone

140 GR DI RISO ARBORIO

400 GR DI COZZE FRESCHISSIME PULITE
200 GR DI POMODORI MATURI FRESCHI 
380 GR DI PATATE
1 CIPOLLA ROSSA
2 SPICCHI D'AGLIO
40 GR DI PECORINO GRATTUGIATO
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA
90 ML DI VINO BIANCO (po' meno di mezzo bicchiere)
MAZZO DI PREZZEMOLO
200-250 ML DI ACQUA
SALE FINO
PEPE MACINATO

Occorrente

TEGLIA ANTIADERENTE
PADELLA
PENTOLA
MISURINO
SETACCINO
COLTELLI 
TAGLIERE
SCOLAPASTA

Per cominciare pesate il riso mettetelo a bagno in acqua 15 minuti circa, poi sgocciolatelo.

Tritate finemente il prezzemolo e uno spicchio d'aglio.
Pelate la cipolla e tagliatela a rondelle.
Praticate su ogni pomodoro (lavato) un piccolo taglio con un coltello,mettete una pentola con dell'acqua sul fuoco, non appena bolle immergete i pomodori per 3 - 4 minuti, scolateli e passateli sotto un getto di acqua fredda, privateli della buccia e riduceteli in pezzetti (avendo cura di strizzarli un po' per privarli dell'acqua in eccesso)

Accendete il forno a 180°gradi.

Intanto in una padella mettete 4 cucchiai di olio ex. d'oliva, uno spicchio d'aglio in camicia schiacciato, appena inizia a rosolare aggiungete le cozze, coprite con un coperchio e lasciate cuocere finché le cozze non si apriranno.
A questo punto togliete il coperchio, alzate la fiamma e versate il vino, fate sfumare qualche minuto, poi spegnete e mettete le cozze in un piatto filtrate il sugo dei molluschi e lasciatelo da parte.
Pelate le patate, fatele a rondelle sottilissime e mettetele in un recipiente con dell'acqua fredda perché non anneriscano.
Ungete una teglia con dell'olio ex. d'oliva, almeno 3 cucchiai, disponete sul fondo una parte di aglio tritato, le cipolle a rondelle, metà dei pomodori a dadini, il prezzemolo, una presa di sale, un pizzico di pepe e una bella manciata di pecorino, coprire con le rondelle di patate, un'altro pizzico di sale.




A questo punto versate tutto il riso e aggiungete le cozze.





Poi l'aglio tritato rimasto, una buona manciata di prezzemolo, il pecorino, i pomodori (potete lasciarne pochi per guarnire l'ultimo strato), un pizzico di sale e per completare le patate a chiudere il tutto.

Salate nuovamente, irrorate con un filo d'olio ex. d'oliva, del prezzemolo, pecorino se ne avete ancora e versate il sugo delle cozze insieme a 200-250 ml di acqua fredda nella teglia (la quantità dell'acqua varia in base alla quantità di sugo che avete ricavato dalle cozze, ci vogliono circa 300-350 ml di liquidi) non dovete coprire l'ultimo strato di patate con i liquidi.
Mettete in forno a 180°gradi per 45-50 minuti, tirate fuori e servite caldo, magari accompagnato da un buon vino bianco fresco.


Tiella barese

Consigli

Se non volete spellare i pomodori, potete usarli con la buccia oppure potete usare dei pelati fatti in casa, sconsiglio l'uso di conserve e pelati acquistati.

Potete pulire e aprire le cozze, inserirle crude nel riso, senza scottarle, è un'altra versione ugualmente valida.

Nota
La Tiella Tarantina differisce dalla Tiella Barese, per l'aggiunta di un'altro ingrediente oltre a quelli citati: le zucchine a fettine sottili.
In puglia potrete trovare la Tiella patate e cozze con qualche modifica legata ai luoghi e alle usanze ma sarà pur sempre una bella scoperta di gusto.



Commenti

  1. E la Laura, in faccende affaccendata, guarda qua, cosa mi fa ... la tiella barese, che è una vita, che voglio provare a cucinare! Che sia un segno del destino? La tua, mi piace un sacco ..che dici, si prova?
    Un abbraccio, e grazie per la visita ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per la visita!
    Provaci.. la tiella non delude, un pò di lavoro per un'ottima resa.. la tua sarà eccellente.
    Un abbraccio grande a te

    RispondiElimina
  3. proprio fantastico il tuo piatto ,complimenti davvero!TI AUGURO UNA BUONA SERATA E ASPETTO UN'ALTRA TUA PRELIBATEZZA!

    RispondiElimina
  4. BRAVAVAVAVAVAVA!!!
    E te lo dice una di origine barese amante della Tiella, mica pincopallino eh!!! Perfetta, chissà che buona. Voglio farmela anch'io, anche se per me (non so perché) è un piatto legato all'estate!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeeee..
      In effetti è un piatto legato all'estate ma ho trovato dei pomodori bellissimi, credo gli ultimissimi e delle cozze fresche, così ho pensato di cimentarmi!
      Baci a te Alice!

      Elimina
  5. Questa è una ricetta che cercavo da tempo, buonissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala ..non ti deluderà vedrai!
      Ciao Mariangela!

      Elimina
  6. Ciao LAURA ,bello il tuo blog mi sono unita hai tuoi lettori fissi passa ha trovarmi se ti va io sono ISABELLA ti aspetto smack

    RispondiElimina

Posta un commento